Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:07
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Il ministro dell’Istruzione vuole un aumento di 100 euro al mese per lo stipendio degli insegnanti

Immagine di copertina
Il ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti

Il neo ministro dell'Istruzione lancia il suo piano per la scuola

Il ministro Fioramonti: “Aumento di 100 euro al mese per gli insegnanti”

Un aumento di cento euro per lo stipendio degli insegnanti. Questa una delle misure che ha in mente per la scuola il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti. “Vorrei nella prossima legge di bilancio provare a mettere ordine alle emergenze. È necessario dare un riconoscimento agli insegnanti. Penso ad un aumento mensile a tre cifre, cento euro”, spiega.

Il ministro ha chiesto tre miliardi da destinare all’istruzione nella prossima legge di bilancio. Con questo intervento, spiega, “useremmo più della metà dei due miliardi. Il resto sarà per investimenti”. E annuncia: “Da subito istituirò un ufficio al Miur per accompagnare le scuole e gli enti locali nel percorso per la ristrutturazione degli edifici scolastici”.

Fioramonti, dice in un’intervista al quotidiano Corriere della Sera, sogna un Paese “in cui si ambisca a fare l’insegnante perché la società ne riconosce l’importanza e la centralità”. Per farlo, vorrebbe cambiare i meccanismi dei concorsi che “sono troppo farraginosi e complessi”, e poi “serve per gli insegnanti un sistema di formazione continua”.

> Chi è il ministro Lorenzo Fioramonti, il profilo

Da ministro dell’Istruzione, “voglio incoraggiare gli insegnanti che vogliono fare di più”.

“La dedizione di un insegnante non si misura con le ore di lavoro”, risponde. E poi spiega che la scuola “non è un ufficio postale e funziona grazie al lavoro anche volontario che fanno molti insegnanti per passione e perché sanno che la loro è una missione sociale. Non credo che un aumento di stipendio come premio funzioni”.

E per i presidi: “No ad atteggiamenti punitivi. Il governo precedente voleva che timbrassero il cartellino, noi aboliremo questa norma”.

Ragazzo di 13 anni con le treccine blu cacciato da scuola

Concorsi della scuola “entro la fine del 2019”

Dopo aver chiesto un aumento per lo stipendio degli insegnanti, il neo ministro assicura che farà partire i bandi di concorso promessi da Bussetti, “spero entro fine 2019” e spera che anche prima di settembre 2021 arrivino i nuovi professori.

Qui tutte le notizie di TPI sui concorsi pubblici

Infine, Fioramonti annuncia che questo martedì, 17 settembre, incontrerà i sindacati: “Bisogna mettere mano al decreto ‘salva-precari’. I 55 mila posti dei concorsi saranno divisi a metà tra precari e neo laureati”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, Letta preoccupato per le trattative: “Rischiamo di perdere Draghi anche a Palazzo Chigi”
Politica / Chi è Paolo Maddalena, l’ex giudice che ha ottenuto più voti alla prima tornata per il Quirinale
Politica / Quirinale, alle 15 la seconda votazione. Il centrodestra presenta la sua rosa di nomi, muro Pd-Iv su Frattini
Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, Letta preoccupato per le trattative: “Rischiamo di perdere Draghi anche a Palazzo Chigi”
Politica / Chi è Paolo Maddalena, l’ex giudice che ha ottenuto più voti alla prima tornata per il Quirinale
Politica / Quirinale, alle 15 la seconda votazione. Il centrodestra presenta la sua rosa di nomi, muro Pd-Iv su Frattini
Politica / Quirinale, Liliana Segre: “No scheda bianca, oggi voterò un nome. Per me sacrificio essere qui”
Politica / Chi è Carlo Nordio, il candidato proposto da Fdi come presidente della Repubblica
Politica / Le trattative prima del voto, dialogo tra Letta e Salvini: oggi nuovi incontri
Politica / Chi è Elisabetta Belloni e perché potrebbe essere la prima donna presidente (del Consiglio o della Repubblica)
Politica / Elezione del Presidente della Repubblica diretta tv e live streaming: dove vedere le votazioni live
Politica / A che ora è l’elezione del Presidente della Repubblica: l’orario delle votazioni
Politica / Quirinale, 672 schede bianche: prima fumata nera. Salvini incontra Draghi, poi vede Letta e Conte: "Si è aperto un dialogo". Il leghista: "Nelle prossime ore diverse proposte del centrodestra"