Me

Trump deride i morti in Siria: “Turchi e curdi sono due bambini, li ho fatti combattere un po’”

Durante un comizio in Texas il presidente Usa ha pronunciato parole offensive nei confronti dei curdi e dei turchi che combattono

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 18 Ott. 2019 alle 16:57 Aggiornato il 18 Ott. 2019 alle 17:14
Immagine di copertina

Trump: “Turchi e curdi sono due bambini, li ho fatti combattere un po”

“I turchi ed i curdi sono come ‘due bambini‘ che hanno necessità di scontrarsi e che devi far ‘combattere un po’ prima di separare”, lo ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, parlando davanti ai suoi sostenitori in Texas.

Nel corso del comizio Trump si è pronunciato sull’accordo per una tregua di 120 ore in Siria, ottenuta dal vice presidente Mike Pence nel corso di una missione ad Ankara.

“Non è stato convenzionale quello che ho fatto. A volte devi lasciarli combattere un po’. A volte devi lasciarli combattere come due bambini e poi li separi”, ha affermato Trump riferendosi a turchi e curdi.

“Hanno combattuto per pochi giorni ed è stato parecchio violento”, ha proseguito il capo della Casa Bianca, sottolineando che “neanche una goccia di sangue americano” è stata versata.

La dichiarazione arriva poche ore dopo l’annuncio del cessate il fuoco per l’offensiva della Turchia in Siria da parte del vice presidente Usa Mike Pence.

Secondo quanto stabilito nell’accordo tra Pence e Ankara (qui i dettagli della tregua), i curdi hanno 5 giorni di tempo per allontanarsi da una “linea di demarcazione” situata a 32 chilometri dal confine. Una volta terminato il ritiro dei curdi, che avverrà sotto la supervisione Usa, la Turchia ritirerà le proprie truppe dal nord della Siria.

I curdi, che in un primo momento si erano detti contrari a qualsiasi tipo di accordo, successivamente hanno affermato che avrebbero rispettato il cessate il fuoco, nonostante abbiano combattuto a lungo per la difesa e la libertà del nord est della Siria.

Primo giorno di cessate il fuoco, ma gli scontri continuano. L’Ue intanto condanna l’azione unilaterale della Turchia

Usa, Trump in tv dopo le stragi: “Pena di morte per chi compie massacri”