Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 07:31
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Caso Siri: Conte: “Confido di incontrarlo domani”, Di Maio: “Non può restare lì”

Immagine di copertina

Il caso Siri continua a spaccare la maggioranza di governo. Il premier Conte, che sta facendo rientro in Italia dal suo viaggio a Pechino, ha annunciato di voler vedere il sottosegretario Armando Siri già domani, 29 aprile, ma Palazzo Chigi frena: “L’incontro slitterà”.

Il premier Conte ha già detto che se sarà necessario costringerà alle dimissioni il sottosegretario leghista indagato per corruzione. Il premier però farà rientro in Italia domenica notte e martedì ripartirà in direzione Tunisia, è quindi difficile che riesca a incontrare Siri già lunedì.

Intanto la polemica non si placa e il vicepremier Di Maio, che da subito aveva chiesto le dimissioni del sottosegretario leghista, ha ribadito: “Il tema non è Siri, ma la percezione delle istituzioni, lo dico con amicizia alla Lega, non possiamo pensare che resti al suo posto”.

L’altro vicepremier però è convinto che il caso Siri non possa minacciare la sopravvivenza del governo.

Dello stesso avviso è anche il premier Conte: “In tutti i miei viaggi mi viene spesso sottolineato che ciò che è importante per il bene dell’Italia è la stabilità di governo. Io e i miei vicepremier ne siamo assolutamente consapevoli e lavoriamo tutti e tre per questo”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Matteo Renzi torna da bin Salman in Arabia Saudita nel giorno del voto sul Ddl Zan al Senato
Politica / La parità salariale è legge: il Senato approva all’unanimità
Politica / Giorgetti punta a fare il premier dopo Draghi: il viaggio negli Usa è stato il suo primo esame da leader
Ti potrebbe interessare
Politica / Matteo Renzi torna da bin Salman in Arabia Saudita nel giorno del voto sul Ddl Zan al Senato
Politica / La parità salariale è legge: il Senato approva all’unanimità
Politica / Giorgetti punta a fare il premier dopo Draghi: il viaggio negli Usa è stato il suo primo esame da leader
Politica / Ddl Zan: “Superare il voto di domani, altrimenti la legge è morta”
Politica / Ciaccheri: il Municipio VIII incontra delegazione Zapatista
Politica / I sospetti di Palazzo Chigi su Letta: “Vuole logorare Draghi per impedirgli di andare al Quirinale”
Politica / Deputato M5S chiede a Draghi di salvare l’orario di “Un posto al sole”
Politica / Paghi uno e prendi tre? Il governo compra tre elicotteri, ma sbaglia i conti
Politica / Il corvo Italia Viva sta già mangiando sul cadavere del Ddl Zan
Politica / L’ennesimo regalo ai signori del casello: così il governo con la scusa del Covid favorisce Benetton & Co.