Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:50
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Chi è Simone Benini, il candidato M5S alle elezioni in Emilia Romagna

Immagine di copertina
Simone Benini Credit: Ansa

Simone Benini è l’aspirante governatore del Movimento 5 Stelle alle elezioni regionali in Emilia Romagna del 26 gennaio: biografia e CV del candidato pentastellato e i sondaggi in merito al voto

Chi è Simone Benini, il candidato M5S alle elezioni in Emilia Romagna

SIMONE BENINI CHI È – Simone Benini è il candidato del Movimento Cinque Stelle per le elezioni regionali in Calabria.

Dopo una lunga discussione sul fare un’alleanza con il centrosinistra prima e sul presentarsi o meno poi, culminata con il solito voto su Rousseau, il Movimento 5 Stelle ha sciolto ogni riserva sulla propria presenza. Sempre tramite il voto online, gli attivisti certificati dell’Emilia Romagna hanno indicato Simone Benini come proprio candidato governatore: sarà lui il classico terzo incomodo tra Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni, tanto che il risultato dei 5 Stelle potrebbe risultare decisivo ai fini dell’esito di queste elezioni regionali.

Benini ha 49 anni ed è nato e vive a Forlì.

> Leggi anche la Guida alle elezioni in Emilia Romagna di TPI

La biografia di Simone Benini: un profilo

Nome: Simone Benini

Data di nascita: 2 novembre 1970

Luogo: Cesenatico

Famiglia: sposato con un figlio e una figlia

Istruzione: diploma di ragioniere programmatore

Lavoro: imprenditore nel campo dell’informatica

Partito: Movimento 5 Stelle

Ruolo: consigliere comunale a Forlì e candidato governatore alle elezioni regionali in Emilia Romagna

Curiosità: è un apicoltore

La carriera e la famiglia

La piattaforma Rousseau, con gli attivisti certificati che prima si sono espressi per la partecipazione e poi hanno indicato con 335 voti, Simone Benini come proprio candidato.

Piccolo imprenditore nel settore dell’informatica e molto vicino alle battaglie 5 Stelle sui temi ambientali e delle energie rinnovabili, nel 2014 Benini è stato eletto per la prima volta consigliere comunale a Forlì tra le fila del Movimento, venendo poi riconfermato anche nel 2019.

È sposato e ha due figli, un maschio e una femmina. È un piccolo imprenditore del settore IT, sistemista programmatore senior, esperto di sistemi informatici. Apicoltore per passione, dal 2014 è anche consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Forlì. È stato confermato nel mandato a maggio di quest’anno. Durante il primo mandato è stato vice presidente della Commissione Consiliare Programmazione, investimenti, urbanistica, ambiente, attività economiche.

Gli ultimi sondaggi

L’ultimo sondaggio in ordine di tempo sulle elezioni regionali in Emilia Romagna è quello realizzato in data 27 dicembre dall’istituto EMG Acqua, dove Bonaccini è dato in vantaggio rispetto alla Borgonzoni che comunque non sarebbe molto distante.

  • Stefano Bonaccini – 46,5%
  • Lucia Borgonzoni – 43,5%
  • Simone Benini – 6,5%
  • Altri – 3,5%
  • Indecisi – 43%

Si tratterebbe quindi di un probabile testa a testa tra il centrosinistra e il centrodestra, con Simone Benini che appare essere molto distante dai due principali sfidanti.

Sarebbe comunque molta alta la percentuale di chi si è professato indeciso su chi votare oppure non prenderà parte alla consultazione, un altro elemento questo che aumenta gli interrogativi su queste elezioni.

Leggi anche: 

Chi è Stefano Bonaccini, il governatore PD candidato alle elezioni in Emilia Romagna

Chi è Lucia Borgonzoni, la candidata del centrodestra alle elezioni in Emilia Romagna

Elezioni Emilia Romagna, Salvini convoca truppe e ultras per riempire Bologna. Ma dalla Lombardia

Ti potrebbe interessare
Politica / “Berlusconi sta bene”: smentite le voci sulla morte del leader di Forza Italia
Politica / Letta: “L’Ue fermi Israele, questa non è legittima difesa”
Politica / Il Copasir chiede a Draghi un’indagine sull’incontro tra Renzi e Mancini all’Autogrill
Ti potrebbe interessare
Politica / “Berlusconi sta bene”: smentite le voci sulla morte del leader di Forza Italia
Politica / Letta: “L’Ue fermi Israele, questa non è legittima difesa”
Politica / Il Copasir chiede a Draghi un’indagine sull’incontro tra Renzi e Mancini all’Autogrill
Opinioni / L'ipocrisia degli antipopulisti che ora incensano il Draghi "premier gratis" (di G. Cavalli)
Politica / Caso Gregoretti, non luogo a procedere per Salvini: “Il fatto non sussiste”. L’ex ministro: “Tornassi al Governo lo rifarei”
Politica / Msf lancia una nuova operazione in mare: “I migranti continuano a morire. Da Draghi gaffe sui diritti umani”
Politica / Berlusconi sta male? Da Forza Italia nessun allarme: “Condizioni stabili”
Politica / "Nata perché mia madre scelse di non abortire". Cara Meloni, nel 1976 l'aborto era illegale (di S. Lucarelli)
Opinioni / Caro Di Maio, la strategia del silenzio sul caso Zaki è solo l'ennesimo regalo all'Egitto (di R. Bocca)
Politica / Quanto guadagnano i ministri del governo Draghi: ecco tutte le dichiarazioni dei redditi