Covid ultime 24h
casi +11.629
deceduti +299
tamponi +216.211
terapie intensive +14

Il senatore Tony Iwobi: “Ci saranno altri immigrati eletti con la Lega, Salvini ha fatto più di tutti per i profughi”

Le posizioni del responsabile immigrazione del Carroccio

Di Donato De Sena
Pubblicato il 2 Ago. 2019 alle 14:15
0
Immagine di copertina
Foto dalla pagina Facebook di Tony Iwobi

Il senatore Tony Iwobi annuncia “altri immigrati eletti con la Lega”

Alle prossime elezioni politiche ci saranno altri immigrati eletti con la Lega. Lo sostiene il senatore del Carroccio Tony Iwobi, nato in Nigeria, il primo eletto di origine africana a Palazzo Madama e da diversi anni responsabile immigrazione del partito di Matteo Salvini. In un’intervista rilasciata al direttore di Libero Pietro Senaldi il parlamentare difende la politica del governo e del ministro dell’Interno in materia di gestione dei flussi migratori e spiega che sono in tanti gli immigrati ad essersi avvicinati al movimento leghista.

“Ci sono tre macro tipologie di immigrati – ha affermato Iwobi nell’intervista -: quelli regolari, i rifugiati e quelli irregolari, i quali sono nelle mani dei mercanti di uomini in mare e degli sfruttatori a terra, nei cosiddetti lager, dove vengono sfruttati per pochi euro proprio perché sono privi di documenti. Matteo è il politico italiano che più ha fatto per i profughi, salvando molte vite in mare grazie alla riduzione delle partenze, e per gli irregolari, battendosi contro l’illegalità”.

> Salvini fa un tweet contro la Boschi ma gli si ritorce contro

Per il senatore della Lega parla anche delle ultime morti nel Mediterraneo. “Coloro che hanno perso la vita tre giorni fa devono ringraziare chi li ha illusi. Dopo la performance della capitana Carola i barconi sono tornati alla grande, e con essi i morti”.

Il senatore Tony Iwobi: “Nel prossimo parlamento altri immigrati con la Lega”

Iwobi difende anche le scelte di Salvini sugli immigrati regolari. “Gli immigrati regolari chiedono immigrazione regolare e lotta alla clandestinità, perché gli irregolari sono costretti a delinquere rovinando l’immagine di tutti a prescindere, anche di chi lavora contribuendo allo sviluppo socio-economico del Paese ospitante. L’illegalità è nemica dell’ integrazione anche di chi è già riuscito a diventare cittadino italiano”.

> Governo, Salvini avverte Di Maio e il M5S: “Una manovra coraggiosa o si torna al voto”

A Libero il senatore ha ribadito di non essere e non sentirsi un traditore degli immigrati. “Guardi, al prossimo Parlamento non sarò solo. Ci saranno altri immigrati nelle file della Lega”, ha dichiarato. E ha aggiunto. “Sto incontrando moltissimi immigrati sul territorio che nutrono ammirazione per Salvini. Sono in tanti a essersi avvicinati e iscritti alla Lega”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.