Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Senato, bocciata la mozione M5s contro la Tav, approvate quelle a favore presentate da Pd, FI, FdI e +Europa

Immagine di copertina

Senato, bocciata la mozione M5s contro la Tav, approvate quelle a favore presentate da Pd, FI, Fdi e +Europa

Bocciata la mozione M5s in Senato, dove oggi 7 agosto, sono state votate le sei mozioni sulla Tav. Bocciata quella del M5s contro l’Alta velocità Torino-Lione. Sono state approvate invece quelle pro Tav di Pd, Forza Italia, Fratelli d’Italia e +Europa. (Qui tutto ciò che c’è da sapere sul voto di oggi, 7 agosto 2019, in Senato)

La mozione del partito democratico ha ottenuto 180 voti, quella FI 182, Fdi 181 e + Europa 181.

Tav, bocciata mozione del M5s: cosa succede ora al governo?

Il voto di oggi in Senato che ha visto bocciata la mozione M5s Tav ha avuto un significato ben più importante di quello sulla sola Tav: ha rappresentato infatti una spaccatura senza precedenti all’interno del governo giallo-verde. Lega e M5s hanno votato in maniera opposta alle mozioni, e ciò aumenta il solco enorme tra i due alleati di governo.

Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega in Senato sostiene che il voto del M5s apra una questione politica non indifferente. “Se fate parte del governo dovete essere a favore della Tav. Se votate no ci saranno conseguenze”, ha detto.

“Potremmo condividere la questione identitaria ma se fate parte del governo e il presidente del Consiglio ha detto sì dovete essere a favore della Tav, non ci sono alternative”, continua Romeo. “Su un tema così importante avere due partiti di maggioranza, uno che vota in un modo e l’altro in un altro, pone sul tavolo una questione politica chiara e evidente: chi vota no alla Tav si prenderà la responsabilità politica delle scelte che seguiranno nei prossimi giorni e mesi”.

Il M5s replica a questa decisione, e lo scontro tra i due alleati di governo si fa sempre più aperto: “Abbiamo portato il Tav in Parlamento e sono venuti allo scoperto! Ma la cosa più ridicola è che la Lega li sostiene dopo che il Pd ha presentato una mozione di sfiducia su Salvini. L’inciucio è servito! Aprite gli occhi!”: lo scrive su Facebook il Movimento 5 stelle, commentando l’annuncio del capogruppo leghista Massimiliano Romeo del sì a favore di tutte le mozioni pro-Tav.

Si può fermare la Tav? Cosa dicono le analisi costi benefici

Ti potrebbe interessare
Politica / Armi all’Ucraina, il governo ritira l’emendamento ma incassa l’ok del Pd per il decreto
Politica / Pd, Elly Schlein verso la candidatura alla segreteria: “Costruiamo una nuova strada”
Politica / Cartabianca, lite tra Orsini e Lupi in diretta tv: “Lei deve portare rispetto”
Ti potrebbe interessare
Politica / Armi all’Ucraina, il governo ritira l’emendamento ma incassa l’ok del Pd per il decreto
Politica / Pd, Elly Schlein verso la candidatura alla segreteria: “Costruiamo una nuova strada”
Politica / Cartabianca, lite tra Orsini e Lupi in diretta tv: “Lei deve portare rispetto”
Politica / Ponte sullo stretto, Salvini: “Pericolo per gli uccelli? Non sono scemi, lo eviteranno”
Politica / Calenda vede Meloni: “Premier preparata, Fi la aiuti invece di sabotarla”. Gli azzurri: “Lui irrilevante”
Politica / Proroga al 2023 delle armi all’Ucraina, la maggioranza ritira emendamento: si procederà per decreto
Politica / Ischia, dietrofront di Pichetto: “Non ce l’avevo con i sindaci. La mia dichiarazione di ieri è stata un po’ forte”
Politica / Camera, i deputati si regalano il maxi bonus di Natale: 5.500 euro per comprare tablet, telefoni e pc
Politica / Manovra 2023, Meloni: “Pronta a fare scelte anche se costano voti”
Politica / Ischia, scoppia il caso per le parole del ministro Pichetto Fratin: “In galera il sindaco e chi lascia costruire”