Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:24
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Salvini minaccia la querela a Di Maio: “Se continua a parlare di mercato delle vacche, sarò costretto”

Immagine di copertina

Il leader della Lega interviene sulla polemica per il passaggio di tre senatori M5s al suo partito: "Nessuna promessa per i nuovi arrivati"

Salvini minaccia querela a Di Maio per i tre senatori M5s passati alla Lega

Dopo il passaggio di tre senatori del M5s (Francesco Urraro, Ugo Grassi e Stefano Lucidi) alla Lega, Matteo Salvini torna a commentare le dure parole di Luigi Di Maio nei suoi confronti e minaccia addirittura la querela.

“Se qualcuno andrà avanti a parlare di soldi, di mercato delle vacche, di un tanto al chilo, sarò a costretto a querelare”, ha dichiarato oggi il leader della Lega durante il suo viaggio a Napoli, dove si è recato in visita agli agenti del carcere di Poggioreale.

“Di solito – ha continuato Salvini – i parlamentari lasciano l’opposizione per andare in maggioranza. I senatori hanno lasciato la maggioranza per andare all’opposizione perché non ne potevano più dei Bonafede, Conte e Di Maio. E lo hanno fatto senza che nessuno abbia promesso loro niente per il futuro”.

Le accuse di Di Maio di ieri

Il segretario leghista ha dunque così risposto alla polemica a distanza con il suo ex alleato di governo Di Maio, che ieri – giovedì 12 dicembre 2019 – commentando i cambi di casacca a Palazzo Madama aveva detto: “Se queste persone sentono il bisogno di continuare la loro carriera politica in un altro partito perché pensano che con il M5s non avranno abbastanza potere, o abbastanza possibilità di gestire il loro ruolo in maniera individualistica, allora passino alla Lega ma non raccontino balle ai cittadini”.

“Dicano – ha continuato il leader pentastellato – che il tema non è il Mes, ma che gli hanno promesso qualcosa alle elezioni regionali, un seggio alle elezioni nazionali. Dicano quanto costa al chilo un senatore per la Lega. Perché il mercato delle vacche a cui stiamo assistendo è la solita dinamica dei voltagabbana degli ultimi 20 o 30 anni e che noi, come M5S, abbiamo sempre combattuto”.

Leggi anche:

Salvini indagato e in calo nei sondaggi: la mossa per recuperare consensi

Voli di Stato, Salvini indagato per lo stesso reato di cui è accusato il sindaco di Bibbiano

Salvini, imputato per vilipendio, chiede il rinvio del processo per legittimo impedimento. Ma il giudice lo respinge

Ti potrebbe interessare
Politica / “Draghi figlio di papà, non capisce un ca**o”: polemica per le parole di Travaglio
Politica / Giustizia, Di Maio e Letta obbediscono a Draghi: Conte avrà un contentino e darà l'ok alla riforma
Politica / Giorgia Meloni si è vaccinata: prima dose allo Spallanzani di Roma
Ti potrebbe interessare
Politica / “Draghi figlio di papà, non capisce un ca**o”: polemica per le parole di Travaglio
Politica / Giustizia, Di Maio e Letta obbediscono a Draghi: Conte avrà un contentino e darà l'ok alla riforma
Politica / Giorgia Meloni si è vaccinata: prima dose allo Spallanzani di Roma
Politica / Milano, Gino Strada sul candidato sindaco con la pistola: “Arma in ospedale? Chiamerei guardia psichiatrica”
Politica / Rai, il centrodestra diviso ha consegnato Viale Mazzini al Pd: ora Draghi è costretto a mediare
Politica / Mille euro di bonus vacanze per chi si vaccina: la proposta di un deputato di Forza Italia
Politica / L’ex sottosegretario di Prodi in piazza contro il Green Pass: “Sono complottologo”
Politica / Brunetta: “Vorrei il vaccino obbligatorio per i dipendenti pubblici”
Politica / A settembre si rischia ancora la Dad: dai vaccini ai trasporti, i nodi irrisolti. "È già tardi"
Politica / Sulla giustizia nessuno sfiducerà Draghi. “Al massimo 15 contrari nel M5S”