Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:31
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Salvini contrario al Draghi Bis: “La Lega non resterà in un governo senza il M5s”

Immagine di copertina
Credit: ANSA/ FILIPPO VENEZIA

Salvini contrario al Draghi Bis: “La Lega non resterà in un governo senza il M5s”

“Non siamo disposti a restare in un esecutivo senza il M5S”. Anche Matteo Salvini si dice contrario all’ipotesi di un Draghi bis, mentre il Movimento 5 stelle valuta la possibilità di uscire dal governo, in vista del cruciale voto di fiducia di domani al Senato. “Se i 5 stelle fanno quello che ritengono di fare, mi sembra che la strada sia segnata”, ha detto in conferenza stampa Salvini, dopo il no ribadito dallo stesso presidente del Consiglio a un nuovo governo da lui guidato. “Se il governo fa le cose fa avanti, se va avanti con ricattini e litigi no. Io prendo per buone le parole di Draghi quando ha detto che non governa senza il M5s”, ha spiegato. “Altre robe strane le lasciamo perdere, anche perché governare con il Pd non è esercizio facile”, ha sottolineato Salvini, il quale si diceva convinto fino allo scorso fine settimana che le elezioni si sarebbero tenute il prossimo marzo.

“Ho ben chiaro che gli italiani sapranno cosa scegliere al voto. Non vedo l’ora che gli italiani possano tornare a dire la loro”, ha detto oggi. “Se i 5S non vota un decreto della maggioranza, fine, parola agli italiani. Si va a votare”.

L’ex ministro dell’Interno ha anche messo in evidenza le richieste della Lega: “azzerare la Fornero, la pace fiscale, la soglia minima per la flat tax va poi aumentata”. “Saranno mesi complicati ma la Lega c’è, se si va avanti con mance e mancette non è il bene del paese”, ha detto Salvini, tornato anche a criticare le sanzioni imposte contro la Russia dopo l’invasione dell’Ucraina. “Ad oggi chi sanziona si fa più male rispetto a chi è sanzionato, e questo lo pagano i nostri lavoratori”.

Ti potrebbe interessare
Politica / M5S, pubblicata la rosa dei candidati alle parlamentarie: Conte corre nel Lazio. Appendino e Patuanelli tra i possibili “blindati”
Politica / Il sondaggio che fa tremare il Pd: centrodestra avanti di 15 punti
Politica / Si chiude il deposito dei simboli al Viminale. Ecco perché non finiranno tutti sulla scheda
Ti potrebbe interessare
Politica / M5S, pubblicata la rosa dei candidati alle parlamentarie: Conte corre nel Lazio. Appendino e Patuanelli tra i possibili “blindati”
Politica / Il sondaggio che fa tremare il Pd: centrodestra avanti di 15 punti
Politica / Si chiude il deposito dei simboli al Viminale. Ecco perché non finiranno tutti sulla scheda
Economia / Salario minimo, RdC, cashback, stop definitivo all’Irap: cosa prevede il programma del M5S
Politica / Marco Cappato annuncia: “Raccoglieremo le firme per la nostra lista solo in forma digitale”
Politica / Elezioni, la lista Italia Sovrana e Popolare a TPI: “Il nostro nemico è Draghi. Non ci sentiamo nani vicino a Biancaneve”
Politica / Giorgia Meloni non rinuncia alla fiamma tricolore: “Ne andiamo fieri, non ha a che fare con il fascismo”
Politica / Gina Lollobrigida candidata al Senato a 95 anni per la lista Italia Sovrana e Popolare
Politica / Matrimonio egualitario, ius scholae, fine vita: cosa prevede il programma del Pd
Opinioni / Letta ha chiuso ai 5S perché temeva la figura di Conte (di M. Tarantino)