Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 01:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Rixi condannato per l’inchiesta spese pazze in Liguria, ecco i commenti della Lega

Immagine di copertina
Giancarlo Giorgetti e Edoardo Rixi

Rixi condannato Lega commenti | Edoardo Rixi, sottosegretario della Lega per le Infrastrutture e i Trasporti [qui il suo profilo], è stato condannato a 3 anni e 5 mesi nel processo sulle cosiddette “spese pazze” in Regione Liguria. Dopo il caso Siri, ex sottosegretario indagato per corruzione, i processi della Lega stanno dando enormi scossoni politici. 

> Dai 49 milioni scomparsi ai casi Siri e Rixi: i guai giudiziari della Lega

Edoardo Rixi ha annunciato di aver consegnato le sue dimissioni a Salvini per “non creare problemi al governo”.

[Qui tutto quello che c’è da sapere sul caso Rixi]

Le dichiarazioni di Giorgetti – Il primo commento da parte del Carroccio, arriva dal vice segretario del partito, Giancarlo Giorgetti: “Della condanna di Edoardo Rixi ho saputo un minuto fa: fatemi confrontare con Salvini e col diretto interessato”, questa la risposta a chi gli chiede se Rixi debba dimettersi, come vorrebbe il M5S.

Le dichiarazioni di Salvini – Il vice premier Matteo Salvini ha subito detto la sua dopo la sentenza: “Ringrazio Edoardo Rixi per l’incredibile lavoro svolto fino ad ora. Da tempo ho nelle mani le sue dimissioni, che accetto unicamente per tutelare lui e l’attività del governo da attacchi e polemiche senza senso. Oggi stesso lo nomino responsabile nazionale trasporti e infrastrutture della Lega, riconoscendogli capacità e onesta assolute”.

Poi il ministro degli Interni ha aggiunto una polemica verso il sistema giudiziario: “Io rispetto le sentenze e conto su una assoluzione a fine processo, ma trovo incredibile che ci siano spacciatori a piede libero, e sindaci, amministratori e parlamentari accusati o condannati senza uno straccio di prova”, ha detto Salvini.

L’accusa – Il processo riguardava un caso di peculato che Rixi avrebbe commesso  insieme ad altri 16 ex consiglieri regionali della Liguria. A guidare l’inchiesta è stata la Procura di Genova, che ha indagato sulle spese della Regione tra il 2010 e il 2012 [qui il riassunto del caso Rixi].

L’inchiesta aperta dalla Procura di Genova fa riferimento alle spese della Regione per un periodo di tempo che va dal 2010 al 2012.

Il pm ha chiesto per Rixi una condanna di 3 anni e 4 mesi per essersi fatto rimborsare delle spese che secondo la Procura non erano istituzionali.

Ti potrebbe interessare
Politica / Quanto guadagna il presidente della Repubblica Sergio Mattarella | Stipendio
Politica / Ita Airways, Italia Viva-Azione chiedono chiarezza su True Italian Experience
Politica / Nuovo Codice degli appalti: sparisce la parità di genere. L’iniziativa de Le Contemporanee
Ti potrebbe interessare
Politica / Quanto guadagna il presidente della Repubblica Sergio Mattarella | Stipendio
Politica / Ita Airways, Italia Viva-Azione chiedono chiarezza su True Italian Experience
Politica / Nuovo Codice degli appalti: sparisce la parità di genere. L’iniziativa de Le Contemporanee
Politica / Meloni: “Nessun presupposto per le dimissioni di Donzelli e Delmastro. Abbassiamo i toni”
Politica / Ilaria Cucchi va a trovare Alfredo Cospito: “Dopo mio fratello nessun altro deve morire di carcere”
Politica / Paola De Micheli a TPI: “Alla sinistra serve un nuovo umanesimo”
Politica / Lettera aperta a Beppe Grillo da un’elettrice delusa: “L’ennesimo partito imborghesito non ci interessa”
Politica / Una poltrona per due: la strana coppia del Tesoro
Politica / “La riforma Cartabia non ha migliorato la Giustizia”
Politica / Cuperlo a TPI: “Caro Pd, non nascondiamo la polvere sotto al tappeto”