Giustizia, Cdm approva la riforma del Csm

Garantisce "criteri oggettivi e meritocratici di assegnazione degli incarichi"

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 7 Ago. 2020 alle 22:52
102
Immagine di copertina
Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, esce dal Senato dopo aver partecipato al question time, Roma, 9 luglio 2020. ANSA/FABIO FRUSTACI

Via libera del Consiglio dei ministri al ddl delega sulla riforma del Csm. Lo si apprende oggi – venerdì 7 agosto – da fonti governative.

Cosa prevede la riforma

In particolare, la riforma del Consiglio superiore della magistratura approvata in Consiglio dei ministri fissa “criteri oggettivi e meritocratici di assegnazione degli incarichi”. Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

I commenti

“Sono molto orgoglioso di questa riforma, molto importante per il buon funzionamento del Csm. Voglio chiarire che l’obiettivo è scardinare quanto più possibile il sistema creato con le degenerazioni del correntismo”, ha detto il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede in conferenza stampa al termine del Cdm che ha approvato la riforma del Csm. Riforma “essenziale anche in assenza degli scandali”, dice, ma che rappresenta un “passo importante per ricostruire la credibilità della magistratura agli occhi dei cittadini”.

Leggi anche: Parla Luca Palamara: intervista video integrale al TPI Fest 2020 di Sabaudia

102
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.