Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Guerra in Ucraina: Matteo Renzi si dimette dal Cda della Delimobil, la più grande società di car sharing in Russia

Immagine di copertina

Renzi si dimette dal Cda della società di car sharing russa Delimobil

Matteo Renzi si è dimesso dal Cda della società di car sharing russa Delimobil: è quanto scrive il Financial Times, secondo cui anche l’ex premier finlandese, Esko Aho, avrebbe presentato le dimissioni dal consiglio di amministrazione di un’altra società russa in seguito all’invasione dell’Ucraina da parte delle truppe di Mosca.

L’ex presidente del consiglio italiano aveva assunto l’incarico nell’agosto del 2021: la notizia era emersa dopo che la società aveva avviato la procedura di trasparenza per la quotazione a Wall Street, che dovrebbe fruttare all’azienda almeno 350 milioni di dollari.

La Delimobil, che è la più grande società di car sharing in Russia, ha sede in Lussemburgo ed è stata fondata dall’imprenditore napoletano Vincenzo Trani, il quale, tra le altre cose, è presidente della Camera di commercio Italo-Russa e console onorario della Bielorussia in Campania.

In occasione della nomina, Matteo Renzi dichiarò di essere “molto felice di collaborare all’attività della società Delimobil il cui socio di riferimento, Vincenzo Trani, è un imprenditore da me stimato”.

L’ex premier, poi, in una nota del suo ufficio stampa fece sapere che la quotazione a Wall Street della società russa “rappresenta una fase di internazionalizzazione importante a livello globale. Il senatore Renzi, da sempre convinto dell’importanza di valorizzare le competenze degli imprenditori italiani in tutto il mondo, sarà al fianco del dottor Trani in questa sfida. Ovviamente la presenza di Renzi nel board Delimobil rispetta tutte le regole della vigente legislazione italiana”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Politica / “I partiti non fanno più politica”: la storica intervista di Berlinguer a Scalfari sulla Questione Morale
Ti potrebbe interessare
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Politica / “I partiti non fanno più politica”: la storica intervista di Berlinguer a Scalfari sulla Questione Morale
Politica / “Vestito inappropriato”: cronista allontanata da Montecitorio. Poi le scuse: “È stato un errore”
Politica / Segreti di Stato: il buco nero della direttiva Draghi sui dossier Nato
Politica / D’Alema a TPI: “Nel pensiero di Berlinguer la sinistra può trovare le risposte ai problemi di oggi”
Politica / Facciamo eleggere: la campagna per le amministrative del Forum Disuguaglianze e Diversità. “Sosteniamo chi si batte per giustizia sociale e ambientale”
Politica / Draghi convoca il Cdm d’urgenza e lancia l’ultimatum ai partiti: o votate le riforme o niente Pnrr
Politica / Commissione Esteri, Meloni a Conte: “Se sei serio ritira di Maio”. “Sei all’opposizione o voti con Renzi?”
Politica / Ddl Zan, i dem rilanciano la legge: “Disposti a modifiche, ma sull’identità di genere non si tratta”