Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 10:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Non solo i sauditi, ora Renzi siede pure nel Cda della più grande società di car sharing in Russia

Immagine di copertina

Renzi nel cda di Delimobil, la più grande società di car sharing in Russia

Non solo Arabia Saudita: da agosto, infatti, Matteo Renzi ha un nuovo incarico in Delimobil, la più grande società di car sharing in Russia.

La notizia è emersa dopo che la società ha avviato la procedura di trasparenza per la quotazione a Wall Street, che dovrebbe fruttare all’azienda almeno 350 milioni di dollari.

Secondo quanto ricostruito, l’ex premier siede nel consiglio di amministrazione anche se, così come specifica il prospetto presentato dalla società, dovrà dimettersi in caso di condanna, attualmente indagato per finanziamento illecito e false fatturazioni.

Non è chiaro quanto Renzi percepisca per il suo incarico, mentre quello che si sa è che all’intero cda della Delimobil è destinato un milione di dollari l’anno.

La società russa, che ha sede in Lussemburgo, è stata fondata dall’imprenditore napoletano Vincenzo Trani, il quale, tra le altre cose, è presidente della Camera di commercio Italo-Russa e console onorario della Bielorussia in Campania.

Secondo Alessio De Giorgi, responsabile dei social network di Italia Viva, Matteo Renzi ha preso il posto nel cda della Delimbobil, prima società di car sharing a Mosca e in altre 11 città della Russia, di Enzo Amendola, ma questo, come sottolinea il Corriere della Sera, non corrisponde al vero.

Il sottosegretario agli Affari Europei, infatti, ha precisato di “essere stato un consigliere indipendente e, di fatto, di aver fornito un consiglio di indirizzo come esperto di politica estera” rassegnando le dimissioni nel momento in cui ha assunto incarichi politici.

Renzi, dal canto suo, ha fatto sapere di essere “molto felice di collaborare all’attività della società Delimobil il cui socio di riferimento, Vincenzo Trani, è un imprenditore da me stimato”.

A proposito della quotazione a Wall Street, l’ex premier, che in Arabia Saudita è membro del Future Investment Initiative, fondazione che fa capo a Mohammad bin Salman, dichiara in una nota che “rappresenta una fase di internazionalizzazione importante a livello globale. Il senatore Renzi, da sempre convinto dell’importanza di valorizzare le competenze degli imprenditori italiani in tutto il mondo, sarà al fianco del dottor Trani in questa sfida. Ovviamente la presenza di Renzi nel board Delimobil rispetta tutte le regole della vigente legislazione italiana”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Ballottaggi, Conte: “Ha vinto l’astensione. A Roma, Torino e Trieste opposizione costruttiva del M5s”
Politica / Chi è Roberto Gualtieri, il nuovo sindaco di Roma
Politica / Ballottaggio Torino, gli exit poll: le proiezioni dei risultati delle comunali
Ti potrebbe interessare
Politica / Ballottaggi, Conte: “Ha vinto l’astensione. A Roma, Torino e Trieste opposizione costruttiva del M5s”
Politica / Chi è Roberto Gualtieri, il nuovo sindaco di Roma
Politica / Ballottaggio Torino, gli exit poll: le proiezioni dei risultati delle comunali
Politica / Ballottaggio Roma, gli exit poll: le proiezioni dei risultati delle comunali
Politica / Chi è Stefano Lo Russo, il nuovo sindaco di Torino
Politica / Berlusconi attacca i no vax: “Eroe è chi blocca un treno per Auschwitz, non un porto per il green pass”
Politica / Ballottaggi: il centrosinistra vince a Roma e Torino. Letta: "È un trionfo", Salvini minimizza. Il centrodestra conquista Trieste
Cronaca / Alla chiusura dei seggi ieri aveva votato solo il 33,32% degli aventi diritto
Politica / Il grande flop del Partito Gay: alle amministrative percentuali da prefisso telefonico
Politica / E così Draghi si fa il suo sondaggio: anche SuperMario alla ricerca del consenso