Razzismo, la mozione di Liliana Segre per una commissione contro intolleranza e odio online

Di Donato De Sena
Pubblicato il 14 Ott. 2019 alle 21:46 Aggiornato il 15 Ott. 2019 alle 12:20
3.4k
Immagine di copertina
Liliana Segre

Razzismo, mozione Segre

Una “Commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza”: è la richiesta avanzata da una mozione presentata al Senato lo scorso giugno, firmata da un centinaio di senatori, e che domani sarà discussa. Ne parla Fanpage.

La prima firmataria del testo è la senatrice a vita Liliana Segre. La mozione (qui il testo integrale e i sostenitori) è stata sottoscritta da esponenti di Pd, Movimento 5 Stelle, Leu, Italia Viva e gruppo misto. La Commissione proposta dovrebbe essere “costituita da 25 componenti in ragione della consistenza dei gruppi stessi”, eleggere tra i suoi membri l’Ufficio di Presidenza composto dal Presidente, da due vice presidenti e da due segretari. I suoi compiti sarebbero “di osservazione, studio e iniziativa per l’indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza nei confronti di persone o gruppi sociali sulla base di alcune caratteristiche quali l’etnia, la religione, la provenienza, l’orientamento sessuale, l’identità di genere o di altre particolari condizioni fisiche o psichiche”.

Come sottolinea Fanpage, la mozione si impegna in particolare contro la diffusione dell’hate speech, in linea con quanto recentemente stabilito dal Consiglio d’Europa che ha formato la “No hate parliamentary alliance” con l’obiettivo di fermare l’incitamento all’odio a livello internazionale. La proposta mette in evidenza la necessità di creare “un organo del Senato per la tutela dei diritti umani”.

Manovra 2020, verso un Cdm decisivo sulla Legge di Bilancio: ecco le misure

Nel testo di legge che “negli ultimi anni si sta assistendo ad una crescente spirale dei fenomeni di odio, intolleranza, razzismo, antisemitismo e neofascismo, che pervadono la scena pubblica accompagnandosi sia con atti e manifestazioni di esplicito odio e persecuzione contro singoli e intere comunità, sia con una capillare diffusione attraverso vari mezzi di comunicazione e in particolare sul web”.

E la mozione sottolinea poi che il cyberbullismo, specialmente nei confronti delle minoranze, continua a diffondersi, di fatto oggi “non esiste ancora una definizione normativa di hate speech”. E questo rende difficile perseguire forme di incitamento all’odio di questo tipo sul piano penale.

Razzismo, mozione Segre: obiettivo

La Commissione – si legge nella mozione Segre – tra i suoi compiti avrebbe quello di trasmettere “al governo e alle Camere una relazione sull’attività svolta, recante in allegato i risultati delle indagini svolte, le conclusioni raggiunte e le proposte formulate”. Poi potrebbe “segnalare agli organi di stampa ed ai gestori dei siti internet casi di fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza” e chiedere “la rimozione dal web dei relativi contenuti ovvero la loro deindicizzazione dai motori di ricerca”.

3.4k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.