Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:20
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Rai, la Lega vuole Fabio Vaccarono (Google Italia) come nuovo Amministratore Delegato di Viale Mazzini

Immagine di copertina
Fabio Vaccarono. Credit: Ansa

Tanto tuonò che piovve. Già, perché, esattamente come anticipato da TPI nei giorni scorsi la Rai ha nominato Andrea Montanari alla guida di Radio Tre al posto di Marino Sinibaldi e Maurizio Fattaccio alla guida di Rai Pubblicità. Ma non c’è soltanto questo, perché ieri, proprio nelle stesse ore in cui si svolgeva il lunghissimo CDA a viale Mazzini, in zona Parlamento c’era chi faceva ragionamenti sul futuro dell’azienda radiotelevisiva pubblica.

Perché è qui, non a viale Mazzini, che si stanno preparando i giochi che contano per il futuro della Rai. L’informazione, assolutamente confidenziale, è che tra i papabili per il futuro ruolo di amministratore delegato della Rai da qualche ora c’è anche Fabio Vaccarono, Vice Presidente di Google e Ceo di Google Italia.

Il nome piace molto a Giancarlo Giorgetti, uomo che si sta ritagliando il ruolo di king maker della futura Rai a trazione Draghi e che sta anche preparando un dettagliatissimo dossier da presentare al capo del governo per capire come dovrà essere la Rai del futuro. Ovviamente, manco a dirlo, l’obiettivo politico del titolare del Mise è, tramite il suo dossier, di indirizzare le scelte politiche dell’esecutivo quando ci sarà da decidere i nuovi vertici di viale Mazzini, in particolare per quanto riguarda la scelta del nuovo amministratore delegato (la Lega vorrebbe riuscire, per la prima volta, a “scegliere” l’Ad).

Tornando a Vaccarono, l’idea troverebbe il gradimento anche in casa PD e 5 Stelle. E poi è un esterno, fanno notare fonti di primo piano: insomma, potrebbe essere il nome giusto per convincere sia la politica che che il “tecnico” Mario Draghi.

Ti potrebbe interessare
Politica / La stoccata di Geppi Cucciari al ministro Sangiuliano e a TeleMeloni: “Applaudite, qua non possiamo coprire i fischi”
Politica / Il ministro Sangiuliano contestato, ma su Rai 1 i fischi si trasformano in applausi: i video a confronto
Politica / Il monito di Mattarella contro la "democrazia della maggioranza”
Ti potrebbe interessare
Politica / La stoccata di Geppi Cucciari al ministro Sangiuliano e a TeleMeloni: “Applaudite, qua non possiamo coprire i fischi”
Politica / Il ministro Sangiuliano contestato, ma su Rai 1 i fischi si trasformano in applausi: i video a confronto
Politica / Il monito di Mattarella contro la "democrazia della maggioranza”
Politica / Città contro campagna e il fattore banlieues: la mappa del voto in Francia
Politica / La lettera di Meloni a FdI: “Noi abbiamo fatto i conti con il fascismo, non c’è spazio per i nostalgici”
Politica / La lettera del ministro Sangiuliano: “Liliana Segre ha ragione sull’antisemitismo”
Opinioni / M5S: tre consigli a Giuseppe Conte
Politica / Ue, le destre non sono tutte uguali ma ora anche il Ppe può radicalizzarsi
Politica / “L’Italia tra neoliberismo e svolta autoritaria”: colloquio con Nadia Urbinati e Fabrizio Barca
Opinioni / La nuova destra di Giorgia Meloni è fondata sull’ambiguità