Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:29
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Puglia, a Lesina c’è un unico candidato sindaco (della Lega). Ma perde lo stesso e non viene eletto

Immagine di copertina

Le elezioni regionali si sono chiuse con qualche conferma e qualche sorpresa. Di sicuro quello che è successo a Lesina, piccolo comune in provincia di Foggia, resterà un caso più unico che raro. Nel paesino del Gargano si sono sono svolte anche le votazioni per l’elezione del nuovo sindaco e qui si era presentato un solo candidato: il leghista Primiano Di Mauro. Nessun avversario, nessun contendente. Insomma, una vittoria che sembrava essere scontata.

Eppure un avversario da battere c’era ed era l’astensionismo. In molti – compreso il leader della Lega Matteo Salvini che durante il tour elettorale in Puglia aveva detto “Un sindaco pugliese lo abbiamo già eletto ancor prima del confronto elettorale” – avevano dato per scontata la vittoria ma il mancato raggiungimento del quorum, infatti, ha reso nulla questa tornata elettorale (che, a questo punto, dovrebbe ripetersi in primavera), costringendo il vincitore designato a non poter cantar vittoria per soli 58 voti.

Il Comune, dunque, ora dovrebbe essere commissariato per l’amministrazione corrente, in attesa dell’indizione di nuove elezioni, probabilmente già la prossima primavera. Alle elezioni amministrative di Lesina ha partecipato il 49,01% degli aventi diritto al voto, sui 5.746 totali. Troppo pochi per la legge vigente. La nomina del sindaco, infatti, può avvenire solamente con il superamento del quorum (50%+1). Una soglia non raggiunta per poco. Anzi, pochissimo. Fatto sta che ora la corsa alla fascia tricolore è da rifare. E chissà se in primavera ci sarà qualche avversario pronto alla contesa.

Leggi anche: 1. Elezioni regionali Puglia, Emiliano a TPI: “Ora allargare maggioranza a M5S. Renzi? Non ho niente da dire” | VIDEO / 2. Elezioni regionali Puglia, Laricchia (M5S) a TPI: “I pugliesi si meritano Emiliano. No all’alleanza col Pd” / 3. Elezioni regionali Puglia, Fitto a TPI: “Ho fatto il massimo, il Covid ha dato visibilità ai governatori. E la giunta sembrava un comitato elettorale”

Ti potrebbe interessare
Politica / Castellina: “Quirinale? Spero in un bis di Mattarella. Tra le donne la mia scelta è Rosy Bindi”
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Ti potrebbe interessare
Politica / Castellina: “Quirinale? Spero in un bis di Mattarella. Tra le donne la mia scelta è Rosy Bindi”
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Politica / “Vogliono tappare la bocca a Report”: parla Sigfrido Ranucci
Politica / “Caro TPI, sì è vero, sono un metallaro in pa-Pillon”: parla il senatore leghista
Politica / La politica è ormai latitante sulla mafia
Opinioni / Non tagliamo le ali della Repubblica (di G. Bettini)
Politica / Firmato il Trattato del Quirinale tra Italia e Francia, Draghi: “Patto storico”
Politica / L’Economist incorona Giorgia Meloni: “Può diventare la prima premier donna in Italia”
Politica / Melicchio (M5S) a TPI: “Ringraziare i ricercatori precari a parole non ha senso se non vengono assunti dal Cnr”