Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Pistoia, la giunta di centrodestra: “Cittadinanza onoraria a Liliana Segre solo se la diamo anche a una vittima delle Foibe”

Immagine di copertina

Pistoia si prepara a dare la cittadinanza a Liliana Segre ed Egea Haffner

Liliana Segre ed Egea Haffner cittadine onorarie di Pistoia: questo è quanto ha proposto Lorenzo Galligani, capogruppo di FdI nel consiglio comunale cittadino, dopo le polemiche montate nelle scorse settimane per via degli insulti via social indirizzati alla stessa senatrice a vita.

Ad avere l’idea della cittadinanza onoraria a Segre era stato, per primo, il M5S, attraverso il suo consigliere comunale, Nicola Maglione. Ma la maggioranza in consiglio comunale, formata da una una coalizione dei tre principali partiti centrodestra, FdI, Lega e Forza Italia, ha deciso di rilanciare: non solo sia insignita la Segre di questo riconoscimento, ma anche una delle tante vittime delle Foibe.

Ma se Liliana Segre è una figura una figura universalmente conosciuta, lo stesso non si può dire di Egea Haffner: nata a Pola nel 1941, sei anni prima del grande esodo delle popolazioni del posto a causa delle persecuzioni titine, fu costretta a lasciare la propria città già nel 1946 a seguito della sparizione del padre, prelevato dalla propria abitazione proprio dalle forze di Tito. Egea trovò quindi rifugio in Sardegna presso alcuni parenti. Prima di partire le fu scattata una fotografia tuttora simbolo della tragedia delle Foibe: era infatti costume per gli esuli farsi fotografare prima di partire da casa, con la speranza, un domani, di poter tornare.

Lo stesso Galligani ha poi rilanciato, sottolineando come “per noi sarebbe estremamente importante che tanto Liliana Segre, quanto Egea Haffner, venissero in città in occasione di due importanti appuntamenti, la Giornata della Memoria ed il Giorno del Ricordo. Questa è una battaglia comune, di civiltà, contro tutte le discriminazioni e gli orrori del ‘900: una battaglia tutte le forze democratiche, conservatrici o progressiste che siano, dovrebbero condividere”.

La proposta è stata seguita da parole di approvazione da parte dei gruppi di maggioranza: Galligani ha protocollato l’atto con cui viene fatta la richiesta che, tra pochi giorni, sarà approvata dal consiglio comunale cittadino”.

Ma non tutti condividono lo spirito di questa iniziativa: lo stesso Nicola Maglione (M5S), che per primo aveva proposto il conferimento della cittadinanza alla sola Segre, ha preso posizione spiegando che “per sottrarsi all’imbarazzo e per opportunità politica – ha detto Maglione – la destra pistoiese non ha perso tempo ad accostare due figure e due avvenimenti che poco hanno a che vedere l’uno con l’altro. Il conferimento della cittadinanza a Liliana Segre non è tanto un atto per sottolineare il di lei lavoro di testimonianza e di servizio a seguito della sua opera di memoria per ciò che riguarda l’Olocausto, ma un piccolo risarcimento a seguito degli insulti che le sono arrivati via social e del fatto che nessun membro del centrodestra si è alzato ad applaudire la stessa senatrice Segre dopo il suo intervento in Senato di qualche settimana fa. Con questo la storia della Haffner, pur nella sua drammaticità, non ha niente a che fare”.

Leggi anche:

“Liliana Segre, ebrea di m***a, ti odio”: oltre 200 messaggi di insulti alla sopravvissuta della Shoah

Ezio Greggio cittadino onorario, ma Liliana Segre no: bufera politica a Biella

Il sindaco di Biella chiede scusa a Liliana Segre: “Sono stato un cretino, ma sulla vicenda è stata fatta una speculazione indegna”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati”
Opinioni / Crisi di governo, battaglia sugli sbarchi e mojito: la prevedibile estate di Salvini per inseguire la Meloni (di G. Cavalli)
Politica / Fonti Pd a TPI: “Se Gualtieri perde a Roma, via Letta. Chiederemo un nuovo segretario”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati”
Opinioni / Crisi di governo, battaglia sugli sbarchi e mojito: la prevedibile estate di Salvini per inseguire la Meloni (di G. Cavalli)
Politica / Fonti Pd a TPI: “Se Gualtieri perde a Roma, via Letta. Chiederemo un nuovo segretario”
Politica / Caso Renzi-007, Report rincara la dose: stasera parla la fonte che ha girato il video
Politica / Renzi: "Voglio intervenire a Report". E Ranucci lo invita: "Presto nostro ospite"
Politica / #VotoSanoDaLontano, la campagna perché si predispongano modalità di voto a distanza a beneficio dei fuorisede
Politica / Renzi: “Conte è malato di complottismo. Menomale che ora c’è Draghi”
Politica / Migranti, verso la cabina di regia dopo il colloquio di Draghi con Lamorgese. Pressing di Salvini
Politica / Retroscena TPI – Nomine pubbliche: Draghi pensa a Scaroni e Scannipieco per Ferrovie e Cdp. Terremoto in Leonardo?
Politica / Comunali Roma, Gualiteri scende in campo: "Mi candido alle primarie del Pd"