Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 09:27
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Il Pd lancia un’app per rispondere alla piattaforma Rousseau

Immagine di copertina

Il partito di Zingaretti mette a punto il suo software per coinvolgere gli iscritti

Pd App, il software dei Dem

Il Pd è pronto a lanciare una sua app con l’obiettivo aprire il partito e renderlo piò orizzontale: una risposta alla pittaforma del M5S Rousseau. L’applicazione si chiamerà Pd App e verrà lanciata il 15 ottobre prossimo. Il software sarà ovviamente disponibile per i più diversi dispositivi e scaricabile sia da utenti Android che iOS, negli store di Google e Apple. È pronto anche lo slogan: “Tu vali tu”, ben diverso dall'”Uno vale uno” che negli anni scorsi ha fatto la fortuna del Movimento 5 Stelle.

A parlare dell’iniziativa del Partito Democratico è oggi Repubblica in un articolo a firma Goffredo De Marchis. Con la Pd App i Dem provano ad occupare uno spazio, quello del web, dominato sia dagli alleati pentastellati che dalla Bestia, il motore della comunicazione social di Matteo Salvini. Un modo anche per avvicinarsi agli elettori e soprattutto ai più giovani. L’operazione dei Democratici è stata seguita in primis da Francesco Boccia, ministro per gli Affari Regionali. E ne conosce i dettagli il consigliere digitare del segretario Nicola Zingaretti, Carlo Guarino.

Come funziona App Pd

Repubblica spiega che non tutte le funzionalità verranno introdotte subito, ma in fasi successive. La registrazione online e la tracciabilità digitale consentiranno a tutti gli iscritti di stare sullo stesso livello ed eviteranno di arginare i signori delle tessere attivi sui territori. L’iscrizione potrà essere scaricata anche senza iscrizione ma serviranno i dati personali, il codice fiscale, un indirizzo fisico.

Quale sarà la differenza con Rousseau del M5S? Secondo Boccia il software Pd App metterà in rete tutti gli iscritti. Chi utilizzerà la piattaforma Dem interagirà con gli altri utenti. Mentre con il metodo del Movimento 5 Stelle gli attivisti tra loro non si conoscono, spiega il ministro. La sfida è significativa. La piattaforma Bob annunciata dall’ex segretario Matteo Renzi non è mai diventata operativa. Questa volta potrebbe davvero cambiare il modo di militare nel partito.

Ti potrebbe interessare
Politica / Fedez attacca Conte: “I comizi gremiti uno schiaffo al mondo dello spettacolo”. L’ex premier: “Hai ragione”
Politica / Salvini al bivio: se la Lega va male alle comunali rischia grosso. Zaia e Fedriga in pole per la successione
Politica / Il Green pass divide la Lega: il 40% dei leghisti non vota la fiducia al decreto alla Camera
Ti potrebbe interessare
Politica / Fedez attacca Conte: “I comizi gremiti uno schiaffo al mondo dello spettacolo”. L’ex premier: “Hai ragione”
Politica / Salvini al bivio: se la Lega va male alle comunali rischia grosso. Zaia e Fedriga in pole per la successione
Politica / Il Green pass divide la Lega: il 40% dei leghisti non vota la fiducia al decreto alla Camera
Politica / Elezioni amministrative del 3-4 ottobre 2021: candidati, orari, legge elettorale
Politica / Il messaggio in codice di Prodi a Mattarella: “Un incarico settennale a 82 anni è un’incoscienza”
Politica / Lega, la crisi interna arriva su Whatsapp: “Decide tutto Draghi, meglio la scissione”
Politica / Draghi: “Emergenza climatica come la pandemia, agire subito o sarà troppo tardi”
Politica / Perché la Cultura sarà importante per il prossimo sindaco di Roma
Politica / Prodi a Letta: “I diritti non bastano, il Pd faccia più proposte forti”
Politica / Green Pass, Letta: “Salvini su questi temi è irrilevante nel Governo, nemmeno la Lega lo segue”