Covid ultime 24h
casi +15.943
deceduti +429
tamponi +327.704
terapie intensive -51

“Il padre detta le regole, la madre accudisce”. Nuova bufera sul capogruppo di FdI nelle Marche

Di Anna Ditta
Pubblicato il 24 Feb. 2021 alle 14:57 Aggiornato il 24 Feb. 2021 alle 15:18
513
Immagine di copertina
Carlo Ciccioli. Foto da Facebook

Una nuova polemica ha coinvolto il capogruppo di Fratelli d’Italia nelle Marche, Carlo Ciccioli, per le sue parole sul ruolo dei genitori all’interno della famiglia. Durante la presentazione di una proposta di legge regionale di FdI, Ciccioli ha rimarcato la distinzione dei due ruoli genitoriali, sostenendo che “Il padre deve dare le regole e la madre deve accudire”.

“Senza una di queste figure i bambini possono zoppicare andando avanti nella vita”, ha dichiarato Ciccioli. “Queste cose si studiano in psicoanalisi”. L’esponente del gruppo FdI, il partito che guida la Regione Marche con il governatore Francesco Acquaroli, è un medico specializzato in psichiatria, neurologia e criminologia. La nuova polemica arriva un mese dopo quella sulla teoria che l’aborto favorisse una sostituzione etnica.

La proposta di legge, di cui è primo firmatario Marco Ausili, punta a “dare un quadro di riferimento normativo unitario sui temi della famiglia, della genitorialità e della natalità”, come hanno spiegato gli esponenti di Fdi, per “tutelare la famiglia e rinsaldare le fondamenta sulle quali si basa sostenendo la natalità e la genitorialità”.

Marche, polemica sulle parole di Ciccioli (FdI)

L’opposizione della Regione Marche ha reagito duramente alle parole di Ciccioli. “Nelle Marche sta succedendo qualcosa di grave da un punto di vista politico e culturale”, ha dichiarato l’ex sottosegretaria dem Alessia Morani. “La destra che si è affermata nelle ultime elezioni regionali sta portando avanti scelte che evocano il ventennio fascista. Credo che serva una mobilitazione della comunità marchigiana di fronte a questa maggioranza che vuole riportarci indietro di 100 anni. Non possiamo più tollerare questa deriva culturale e politica”.

Antonio Mastrovincenzo, consigliere regionale Pd ed ex presidente del consiglio regionale delle Marche, ha dichiarato che: “Nelle Marche la maggioranza di destra estrema ci vuol far precipitare nel baratro culturale e valoriale”.

Anche l’Ordine degli psicologi delle Marche ha risposto a Ciccioli con una nota: “Pur non entrando nel dibattito politico che si svolge in sedi altre”, si legge nel documento, “ci preme chiarire questioni di contenuto da punto di vista scientifico. In letteratura scientifica è ampiamente dimostrata l’importanza della qualità della relazione sia nella trasmissione delle regole che nello stile di accudimento”.

“Rispetto ai fattori di rischio che intervengono nello sviluppo psicologico dell’individuo”, si legge ancora nella nota, “occorre una visione bio-psico-sociale che consideri la sua complessità. Pertanto riteniamo vada posta massima attenzione nell’esprimere considerazioni che rischiano di discriminare, semplificando, condizioni familiari perfettamente funzionanti, pur non rientrando nella descrizione sopracitata”.

Ciccioli ha replicato alla polemica con un post su Facebook in cui ha parlato dell'”ennesimo attacco becero e strumentale da parte del Pd nei confronti miei e di Fratelli d’Italia”.

Leggi anche: 1. Nelle Marche Fratelli d’Italia dice no all’aborto: “Senza nascite ci sarà una sostituzione etnica” /2. Insulti a Giorgia Meloni, il compagno Andrea Giambruno la difende in diretta tv: “Fiero di lei, il prof vergognoso”

513
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.