Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:54
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Come funziona il nuovo ticket sanità annunciato dal ministro Speranza

Immagine di copertina

"Bisogna garantire una maggiore equità nell'accesso dei cittadini all'assistenza" sono state le parole del titolare del dicastero della Salute

Come funziona il nuovo ticket sanità annunciato dal ministro Speranza

Nella giornata di ieri, martedì 1 ottobre, il ministro della Sanità Roberto Speranza ha annunciato l’introduzione di un nuovo ticket: ecco come funziona.

All’indomani dell’approvazione da parte del Consiglio dei ministri alla nota di aggiornamento al Def, il ministro della Sanità Roberto Speranza (qui il suo profilo) ha postato un video sul suo profilo Facebook per spiegare quali sono le misure che riguardano il suo dicastero.

Nota di aggiornamento al Def (NaDef), i punti principali e il testo integrale

“Abbiamo due miliardi in più nel Fondo sanitario nazionale nel 2020 rispetto all’anno precedente. Basta tagli e più risorse per il Sistema sanitario nazionale” esordisce così Speranza, il quale sottolinea che i soldi verranno utilizzati per arginare la carenza di personale presente in tutte le strutture nazionali.

“Presto ci riuniremo con le Regioni per sottoscrivere il prima possibile il Patto per la salute, affrontando questo e altri temi come l’assistenza territoriale e le liste di attesa le cui conseguenze sono ancora troppo presenti nella vita delle persone” ha poi proseguito Speranza.

Il ministro ha poi affrontato una delle novità di peso previste dal NaDef: l’abolizione del superticket e la successiva introduzione di un nuovo ticket sanitario.

“Il superticket è un balzello di 10 euro che purtroppo non consente a troppi cittadini di accedere al Sistema sanitario nazionale, ecco perché ci impegniamo a superarlo”.

Un “addio” che vale tra i 350 e i 400 milioni di euro.

Come funziona il nuovo ticket sanità

“Abbiamo deciso di collegare alla legge di finanziaria un disegno di legge di riordino della materia del ticket”. Ma come funziona il nuovo ticket sanità? L’idea di Speranza è quella di utilizzare un “criterio di progressività”.

“Oggi non conta quanti soldi hai, non conta se sei miliardario o se sei una persona in difficoltà economica, si paga aldilà delle soglie di esenzione sempre la stessa cosa”.

“Su questo bisogna intervenire con un principio molto semplice: chi ha di più deve pagare di più, chi ha di meno deve pagare di meno” conclude il ministero Speranza.

Il nuovo ticket, dunque, verrà rimodulato in base all’Isee e in base alla fasce di reddito così come indicato nella bozza del provvedimento.

“Sono identificate le prestazioni sanitarie erogate a tutela di condizioni di particolare interesse sociale, escluse dalla partecipazione alla spesa sanitaria, come i soggetti vulnerabili privi di reddito. la partecipazione alla spesa sanitaria è graduata in relazione al reddito prodotto dal nucleo familiare fiscale, rapportato alla composizione del nucleo stesso sulla base di una scala di equivalenza (reddito equivalente RE)”.

“La disciplina della partecipazione alla spesa sanitaria tiene conto della presenza di malattie croniche e invalidanti o di malattie rare oppure del riconoscimento di invalidità o dell’appartenenza a categorie protette; è fissato un importo massimo annuale di partecipazione alla spesa sanitaria, rapportato al reddito equivalente, al superamento del quale cessa l’obbligo della partecipazione alla spesa sanitaria”.

Quanto ai tempi invece “al fine di rendere più equo il regime di compartecipazione alla spesa sanitaria per le prestazioni specialistiche e di diagnostica ambulatoriale entro il 31 marzo 2020, sono individuate le nuove quote di compartecipazione per tali prestazioni, in modo da assicurare l’invarianza di gettito totale”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Meloni difende la manovra: “È ben fatta, da Bankitalia critiche non sostanziali”
Politica / Giustizia, Nordio contro le intercettazioni: “Strumento micidiale, serve una profonda revisione”
Politica / Mattarella: “Per il Pnrr bisogna onorare l’impegno con l’Ue nonostante le difficoltà”
Ti potrebbe interessare
Politica / Meloni difende la manovra: “È ben fatta, da Bankitalia critiche non sostanziali”
Politica / Giustizia, Nordio contro le intercettazioni: “Strumento micidiale, serve una profonda revisione”
Politica / Mattarella: “Per il Pnrr bisogna onorare l’impegno con l’Ue nonostante le difficoltà”
Politica / Fazzolari: “La sinistra finalmente unita, ma per pagare il taxi o l’aperitivo col pos”
Politica / Meloni difende la manovra, ma sul pos è pronta a cedere all’Ue per non rischiare i soldi del Recovery Fund
Economia / Il governo attacca Banca d’Italia dopo le critiche alla manovra. Fazzolari: “Esprime la visione delle banche”
Politica / Salvini contro lo stop Ue alle auto a benzina e diesel dal 2035: “Da rivedere, non ha senso”
Economia / Legge di bilancio: Banca d’Italia boccia proposte su contante, tregua fiscale e flat tax
Politica / Elly Schlein scioglie la riserva e si candida alla segreteria del Pd: “Diseguaglianze, clima e precarietà siano le priorità”
Politica / Obbligo di Pos sopra i 60 euro, Meloni: “Per i piccoli importi incide tantissimo sui commercianti”