Moscopoli, Pd e M5S vogliono una commissione parlamentare

L'ipotesi al vaglio della maggioranza per far luce sugli incontri in Russia in cui si parlava di fondi alla Lega

Di Donato De Sena
Pubblicato il 24 Ott. 2019 alle 09:15 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 20:24
554
Immagine di copertina
Il leader della Lega Matteo Salvini

Moscopoli, Pd e M5S vogliono una commissione parlamentare

L’audizione del premier Giuseppe Conte al Copasir sul cosiddetto Russiagate, sulle presunte interferenze russe nelle elezioni presidenziali americane del 2016, ha riacceso i riflettori anche sul caso Moscopoli, sugli incontri in Russia, al Metropol di Mosca, per trattare per far arrivare fondi per la Lega. E ha rilanciato le accuse al leader Matteo Salvini.

Il M5S sul suo blog ha pubblicato quattro domande per il segretario del Carroccio. E lo stesso Conte ha sfidato apertamente il suo ex vicepremier. “Siamo al di là di un’opinione o di una sensibilità istituzionale – ha detto il presidente del Consiglio in conferenza stampa – forse Matteo Salvini dovrebbe chiarire che ci faceva con Gianluca Savoini, con le massime autorità russe, il ministro dell’Interno, il responsabile dell’intelligence russa. Dovrebbe chiarirlo a noi e agli elettori leghisti. Dovrebbe chiarire se idoneo o no a governare un Paese”.

Non si tratta di uno scambio di battute fine a se stesso. Pd e Movimento 5 Stelle sarebbero pronti a varare una commissione parlamentare per far luce su Moscopoli, su cui già indaga la magistratura, e inchiodare Salvini alle sue eventuali responsabilità. Come riporta Repubblica (articolo di Tommaso Ciriaco) nelle ultime ore l’ipotesi si è fatta sempre più concreta.

Si pensa a un’indagine conoscitiva parlamentare o a una vera e propria commissione d’inchiesta, la cui legge istitutiva verrebbe votata già nelle prossime settimane.

Come spiega Repubblica, il piano è stato discusso negli ultimi giorni dai vertici dei gruppi parlamentari di Partito Democratico e Movimento 5 Stelle e sono stati informati anche i capi delegazione al governo e i ministri di peso. Mentre Conte viene costantemente aggiornato sugli sviluppi.

Ora bisogna scegliere lo strumento. Al Senato, fa sapere Repubblica, è in arrivo un’interrogazione del Dem Franco Mirabelli e alla Camera un atto simile in commissione dei deputati del Pd Michele Bordo ed Emanuele Fiano. Poi si lo step successivo potrebbe essere quello della commissione. La via maestra è quella di una bicamerale d’inchiesta su Moscopoli.

I poteri d’indagine della commissione bicamerale d’inchiesta sono gli stessi di quelli a disposizione dei magistrati. Il mandato è già riassunto in due proposte di legge depositate a luglio dal senatore del Pd Davide Parrini e dall’allora deputato Dem Gennaro Migliore, oggi in Italia Viva: fare chiarezza sugli incontri tra “esponenti della Lega e persone di nazionalità russa” e su “eventuali connessioni di queste vicende con la vita politica italiana”.

554
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.