Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:43
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Mattarella ha giurato, è Presidente della Repubblica: “Non si può sfuggire alle sfide della storia. È ancora tempo di un impegno comune”

Immagine di copertina
Credit: ANSA/ UFFICIO STAMPA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA

Mattarella bis: la cerimonia di giuramento del presidente della Repubblica | DIRETTA

Oggi, giovedì 3 febbraio 2022, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella presterà giuramento per il suo secondo mandato e pronuncerà un discorso alla Camera, di fronte al parlamento riunito in seduta comune e ai delegati regionali che hanno preso parte al voto della settimana scorsa. Qui di seguito tutte le ultime notizie sul giuramento di Sergio Mattarella, e le informazioni in tempo reale sulla cerimonia:

Mattarella giuramento: diretta ultime news

Ore 16.04 – Mattarella: “Csm superi logiche appartenenza” – “E’ indispensabile che le riforme annunciate” per la giustizia “giungano con immediatezza a compimento affinché’ il Consiglio superiore della Magistratura possa svolgere appieno la funzione che gli e’ propria, valorizzando le indiscusse alte professionalità su cui la Magistratura può contare, superando logiche di appartenenza che, per dettato costituzionale, devono rimanere estranee all’Ordine giudiziario. Occorre per questo che venga recuperato un profondo rigore”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Ore 16.01 – Lungo applauso Aula a passaggio su Parlamento – Lungo applauso dell’aula e standing ovation da parte dei parlamentari, al passaggio del discorso del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha evidenziato
la necessità del rispetto delle prerogative del Parlamento. In particolare, la leader di FdI Giorgia Meloni ha partecipato convintamente all’applauso, alzandosi in piedi.

Ore 16.00 –  Mattarella: “Necessaria profonda riforma giustizia” – “Rivolgo un saluto rispettoso alla Corte Costituzionale, presidio di garanzia dei principi della nostra Carta. Nell’inviare un saluto alle nostre Magistrature – elemento fondamentale del sistema costituzionale e della vita della nostra società -mi preme sottolineare che un profondo processo riformatore deve interessare anche il versante della giustizia. Per troppo tempo è divenuta un terreno di scontro che ha sovente fatto perdere di vista gli interessi della collettività”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Ore 15.51 – Mattarella: “Rischio paese se prolungata incertezza politica” – Le attese degli italiani “sarebbero state fortemente compromesse dal prolungarsi di uno stato di profonda incertezza politica e di tensioni, le cui conseguenze avrebbero potuto mettere a rischio anche risorse decisive e le prospettive di rilancio del Paese impegnato a uscire da una condizione di grandi difficoltà. Leggo questa consapevolezza nel voto del Parlamento che ha concluso i giorni travagliati della scorsa settimana”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella nel suo discorso di insediamento aggiungendo che “e’ questa stessa consapevolezza la ragione del mio sì e sarà al centro del mio impegno”.

Ore 15.50 – Mattarella: “Non si può sfuggire alle sfide della storia” – “Non possiamo accettare che si alzi di nuovo il vento dello scontro, in un Continente che ha conosciuto le tragedie della prima e seconda guerra mondiale Dobbiamo fare appello ai Paesi amici. Non si può sfuggire alle sfide della storia e alle loro responsabilità. Al governo esprimo un convinto ringraziamento e un buon lavoro.

Ore 15.45 – Mattarella: “É ancora tempo di un impegno comune” – “L’Italia è un grande Paese”, prosegue Mattarella, “lo straordinario impegno degli italiani, delle imprese e le scelte delle istituzioni ci hanno permesso di ripartire, di raggiungere risultati che ci collocano in un punto alto. Serve ora un salto di efficienza del sistema Paese. Preoccupa la scarsità e l’aumento del prezzo di alcuni beni. L’Italia è al centro della ripresa europea. Dobbiamo rilanciare l’economia, nell’ambito della transizione economica e digitale. Occorre sforzo comune. I tempi duri ci hanno lasciato una lezione: dobbiamo dotarci di strumenti nuovi, per gestire i futuri pericoli globali. Forze politiche e sociali, imprese e sindacati, giovani e anziani, città e zone interne, siamo tutti chiamati a collaborare. L’esempio che è stato offerto da medici, da operatori sanitari, da chi ha garantito i servizi essenziali nei momenti più critici, dai sindaci, dalle forze dell’ordine impegnate a sostenere la campagna vaccinale. A tutti va riaffermata la nostra riconoscenza. Dobbiamo disegnare e iniziare a costruire l’Italia del dopo emergenza. E’ ancora tempo di un impegno comune, ben oltre le difficoltà del momento. Un’Italia che cresca in unità, in cui le disuguaglianze vengano meno. Un’Italia che sappia superare il declino demografico, che tragga vantaggio dalla valorizzazione delle sue bellezze, che sappia sostenere i giovani, impegnata nella difesa dell’ambiente, della biodiversità, degli ecosistemi, consapevole delle responsabilità verso le prossime generazioni”.

Ore 15.35 – Mattarella: “Le ragioni del mio sì” – “Vi ringrazio per la fiducia che mi avete manifestato, adempirò al mio dovere secondo i principi e le norme della Costituzione. La lettera e lo spirito della nostra carta continueranno a essere il punto di riferimento della mia azione. Il mio pensiero è rivolto a tutti e tutte le italiane. In particolare a quelli più in sofferenza che si attendono dalle istituzioni sostengo, garanzie e risposte al loro disagio. Queste attese sarebbero state compromesse con il prolungarsi dell’incertezza politica. Leggo questa consapevolezza nel volto del Parlamento. Giorni travagliati per tutti, anche per me”.

Ore 15.30 – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha giurato 
Ore 15.20 – Mattarella è arrivato a Montecitorio accolto da Casellati e Fico
Ore 15.16 – Campane Montecitorio suonano a distesa – Le campane di Montecitorio suonano a distesa mentre Sergio Mattarella lascia il palazzo del Quirinale per recarsi a Montecitorio e prestare giuramento da presidente della Repubblica.

Ore 15:10 – Mattarella si dirige verso la Camera dei deputati – Il segretario generale della Camera, Fabrizio Castaldi, è arrivato al Quirinale per accompagnare Sergio Mattarella alla Camera dei deputati, su un’auto scortata dai Carabinieri in motocicletta. La partenza del rieletto presidente è stata annunciata dai rintocchi della campana di Montecitorio, che cesserà di suonare quando Mattarella arriverà alla sua destinazione.

Ore 15.05 – Salvini positivo al Covid, salta giuramento – Il leader della Lega Matteo Salvini è risultato positivo al Covid nello screening per l’accesso al giuramento del Capo dello Stato, cui non potrà essere presente. Lo apprende l’ANSA da fonti parlamentari di maggioranza.

Ore 14.00 – Sopralluogo Fico in Aula prima del giuramento – “Sopralluogo in Aula e ultimi preparativi per il giuramento del Presidente della Repubblica Mattarella davanti al Parlamento in seduta comune. La seduta inizierà alle 15.30, diretta sulla webtv di Montecitorio”. Lo scrive su twitter il presidente della Camera, Roberto Fico, postando uno foto che lo ritrae nell’emiciclo, assieme a funzionari e assistenti parlamentari.

Ore 12.30 – La cerimonia avrà luogo nel pomeriggio di giovedì 3 febbraio a Montecitorio, dove il Capo dello Stato presterà giuramento accompagnato dai rintocchi della campana della sede della Camera mentre 21 salve di artiglieria saranno sparate dal Gianicolo. Poi il discorso, la visita all’Altare della Patria insieme al presidente del Consiglio Mario Draghi e il ritorno al Quirinale sulla storica Lancia Flaminia.

Dove vederlo in Tv

Il giuramento del presidente della Repubblica Sergio Mattarella in programma per oggi, giovedì 3 febbraio 2022, potrà essere visto sia in tv sia online in live streaming. Per seguirlo in televisione basterà sintonizzarsi sulle principali emittenti televisive, ma soprattutto sui canali all news, come, ad esempio, SkyTg24, TgCom24 e Rai News 24.

Dove vederlo in streaming

Per quanto riguarda il web e lo streaming il giuramento del Governo Draghi sarà disponibile sul canale Youtube del Quirinale e su quello della Camera dei deputati oltre che sul sito.  Altra soluzione è quella di connettersi via smart tv, smartphone o tablet alle piattaforme Rai Play, Mediaset Play o al sito di SkyTg24.

Ti potrebbe interessare
Politica / Copisteria Montecitorio: salasso a sei zeri in atti parlamentari
Politica / Scontro tra Salvini e Gelmini sulle critiche a Berlusconi
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Ti potrebbe interessare
Politica / Copisteria Montecitorio: salasso a sei zeri in atti parlamentari
Politica / Scontro tra Salvini e Gelmini sulle critiche a Berlusconi
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Politica / “I partiti non fanno più politica”: la storica intervista di Berlinguer a Scalfari sulla Questione Morale
Politica / “Vestito inappropriato”: cronista allontanata da Montecitorio. Poi le scuse: “È stato un errore”
Politica / Segreti di Stato: il buco nero della direttiva Draghi sui dossier Nato
Politica / D’Alema a TPI: “Nel pensiero di Berlinguer la sinistra può trovare le risposte ai problemi di oggi”
Politica / Facciamo eleggere: la campagna per le amministrative del Forum Disuguaglianze e Diversità. “Sosteniamo chi si batte per giustizia sociale e ambientale”