Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:15
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

M5S, Roberta Lombardi: “Non si capisce più cosa siamo, qual è la nostra identità”

Immagine di copertina
Roberta Lombardi, M5S

L'esponente del Movimento analizza la sconfitta in Umbria: "Ha pesato anche il metodo"

M5S, Lombardi: “Non si capisce più cosa siamo”

“Non si capisce più cosa siamo, qual è la nostra identità”. Utilizza parole nette Roberta Lombardi per analizzare la sconfitta elettorale alle Elezioni Regionali Umbria 2019 di centrosinistra e M5S e in particolare il tonfo dei pentastellati, scivolati ad un deludente 7,4 per cento dei consensi. In un’intervista al Fatto Quotidiano l’esponente del Movimento 5 Stelle, capogruppo alla Regione Lazio, sostiene che il “problema principale” non è l’alleanza locale con il Partito Democratico ma qualcosa di molto più profondo.

“Il problema principale è un altro, ovvero che non si capisce più cosa siamo, qual è la nostra identità”, risponde ad una domanda sulle cause che hanno portato al tracollo. “E su questo – continua – ha inciso anche un altro tema per noi identitario, quello del metodo. Siamo nati come un’intelligenza collettiva, ma oggi i gruppi locali sono troppo distanti dai parlamentari, i parlamentari spesso non riescono a interagire con il governo, e così via. Ma serve un collegamento, e le decisioni non possono essere calate dall’alto”.

Lombardi ritiene opportuno anche continuare a trovare intese con il centrosinistra e il Pd. La ricerca dell’identità non escluderebbe gli accordi con i Dem. “Cosa siamo – afferma ancora al Fatto – lo ha ribadito Beppe Grillo 15 giorni fa a Italia 5 Stelle: una prospettiva di futuro per il Paese. Ha ribadito anche che bisogna andare avanti con i dem: ‘Basta piagnistei sul Pd’.

La linea della Lombardi sembra diversa dalla strada indicata da Luigi Di maio, che ha detto basta alle alleanze con il Pd a livello locale. “Ribalterei il ragionamento, ponendo domande alle forze
politiche: chi ci sta a portare avanti una transizione verde nella società e nell’economia? Chi ci sta a colpire i furbi che evadono? Chi ci sta ad approvare provvedimento come la sugar tax o la plastic tax, per redistribuire le risorse? Noi non ci sottraiamo, ma bisogna lavorare assieme con spirito di costruzione”.

Lombardi immagina una svolta del M5S sul metodo con assemblee territoriali. Qualcosa da aggiungere alle tradizionali votazioni degli iscritti online. “Penso che sia opportuno valutare se la piattaforma web Rousseau basti per il confronto, o se non servano anche assemblee territoriali”.

Leggi anche:

La notte in cui è morto il M5S (di G. Gambino)

Morte di una regione rossa (di S. Mentana)

Pd e M5S hanno perso una battaglia, ma non la guerra: ecco perché l’alleanza deve continuare (di L. Telese)

Il problema del M5S non è il Pd. Si chiama Luigi Di Maio (di C. Matteini)

L’alleanza Pd-M5S non ha mai avuto senso. Zingaretti, fermati finché sei in tempo (di L. Tosa)

Ti potrebbe interessare
Politica / Letta risponde a Salvini: “Se dice no a riforme, esca dal governo”
Politica / Speranza: "C'è chi lavora a un governo Meloni-Salvini"
Politica / Salvini rilancia la candidatura di Draghi al Quirinale
Ti potrebbe interessare
Politica / Letta risponde a Salvini: “Se dice no a riforme, esca dal governo”
Politica / Speranza: "C'è chi lavora a un governo Meloni-Salvini"
Politica / Salvini rilancia la candidatura di Draghi al Quirinale
Opinioni / Quando una biografia cede il passo alla mistificazione della realtà (di E. Franchin)
Opinioni / Il centrodestra sogna il Corriere della Sera: ecco cosa c’è dietro l’operazione Sallusti-Libero
Politica / “Berlusconi sta bene”: smentite le voci sulla morte del leader di Forza Italia
Politica / Letta: “L’Ue fermi Israele, questa non è legittima difesa”
Politica / Il Copasir chiede a Draghi un’indagine sull’incontro tra Renzi e Mancini all’Autogrill
Opinioni / L'ipocrisia degli antipopulisti che ora incensano il Draghi "premier gratis" (di G. Cavalli)
Politica / Caso Gregoretti, non luogo a procedere per Salvini: “Il fatto non sussiste”. L’ex ministro: “Tornassi al Governo lo rifarei”