Me

Il M5S pubblica la lista dei ministri su Instagram e nasconde quelli del Pd

I penstallati sui social esaltano la propria squadra del Conte bis ma evitano di elencare gli alleati

Di Donato De Sena
Pubblicato il 10 Set. 2019 alle 11:21
Immagine di copertina
Immagini dalla pagina Facebook di Luigi Di Maio e dalla pagina Instagram del M5S

Il M5S pubblica la lista dei ministri e nasconde quelli del Pd

Il M5S pubblica la lista dei ministri del governo Conte bis ma non indica i nomi di quelli del Pd. È la singolare “dimenticanza” sulle pagine social dei pentastellati in queste ore. Il Movimento 5 Stelle esulta nei post per la nascita del nuovo esecutivo e per l’ampia rappresentanza di grillini ma nasconde l’intesa con i Dem, con i quali si scontravano fino a qualche settimana fa. Una conferma dell’abitudine di questi tempi a sfidare anche gli alleati di governo sul terreno della visibilità.

“Composizione nuovo governo. Orgogliosi di questa squadra”, si legge nell’infografica pubblicata come foto su Instagram con l’elenco dei ministri. Ma i nomi indicati sono solo 12. In cima alla lista c’è il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, poi il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, storico esponente M5S. A seguire i titolari dei dicasteri. Si parte dal ministro per i Rapporto con il Parlamento Federico D’Incà, poi la ministra per la Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone e il ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora, fedelissimo di Luigi Di Maio. Subito dopo, poi, c’è il nome proprio del capo politico del Movimento 5 Stelle, ora ministro degli Esteri.

Via via tutti gli altri a riempire le caselle di colore giallo, il colore che contraddistingue i pentastellati.

lista ministri m5s pd
Immagine: post del M5S su Instagram

Restano senza nome le 9 caselle rosse dei ministri Pd, quella di colore arancio del ministro in quota Leu, Roberto Speranza, ministro della Salute, e quella di colore grigio, che corrisponde all’unico tecnico del governo Conte bis, Luciana Lamorgese, nuovo ministro dell’Interno. C’è la lista dei ministeri, ma nulla viene specificato. L’obiettivo, nemmeno troppo celato, è quello di mettere in bella luce la propria squadra, senza correre il rischio di affiancarla a quella di un partito, il Partito Democratico, frontalmente attaccato per almeno un decennio.

“I ministri del Movimento 5 Stelle sono pronti, uniti e compatti: dobbiamo continuare a cambiare il Paese!”, si legge nel messaggio che accompagna l’immagine su Instagram. “Vogliamo far respirare ai cittadini un’aria di serenità e speranza concreta per il loro futuro”. Un lavoro però da fare, piaccia o no, con il Pd. E sfidando anche le critiche della base.

Le ultime notizie di oggi sul governo Pd M5S

Nei commenti al post non sono mancati i messaggi di chi ha ricordato che il governo Conte bis nasce dopo un accordo con il Dem. “Orgogliosi di che? Che da partito di maggioranza avete dato il governo al PD le concessioni a Benetton e di alla TAV. Orgogliosi di sopravvivere? Finirete purtroppo! Finirete”, ha scritto qualcuno. E un altro: “Orgogliosi dell’inciucio con il partito di Bibbiano?”.