Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

Governo Pd-M5S, ultime notizie di oggi: il PD pensa di offrire a Renzi la presidenza per evitare la scissione

Di Marco Nepi
Pubblicato il 10 Set. 2019 alle 08:10 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 08:12
0
Immagine di copertina
Matteo Renzi e Nicola Zingaretti

Governo Pd-M5S: le ultime notizie di oggi sul Conte bis | Governo news | Ultima ora

Dopo il voto di fiducia incassato ieri alla Camera (qui i risultati), oggi il governo Pd M5s è atteso alla prova del Senato. A Palazzo Madama i numeri sono più risicati, ma grazie all’appoggio di LeU (presente nel governo con Roberto Speranza ministro della Salute) il voto non dovrebbe presentare sorprese.

La votazione sarà preceduta dal discorso di Giuseppe Conte (qui il discorso integrale del premier ieri alla Camera).

Governo Pd-M5S: la diretta LIVE

ore 07.50 – Il PD può offrire a Renzi la presidenza a Renzi per evitare la scissione

Secondo un retroscena pubblicato sul quotidiano La Stampa, il PD starebbe pensando di offrire la presidenza del partito a Matteo Renzi per evitare la scissione.

Come riporta il quotidiano torinese, sarebbe un modo per “eliminare alla radice qualsiasi credibile motivazione politica per rompere col partito che ha guidato per quattro anni”.

Da tempo Renzi sta pensando a una scissone. “Una prospettiva che fa tremare i polsi ai grillini e Zingaretti – scrive La Stampa – ‘Sarebbe la fine del Pd nella sua idea di fondo’, ragiona il più influente consigliere politico del segretario. ‘E quindi una prospettiva da evitare, specie in una fase in cui Nicola sta puntando molte sue fiches sull’unità del partito'”.

“Se queste sono le premesse, ecco le contromosse di Zingaretti e compagni: se da una parte c’è chi si interroga sulla utilità prospettica di un simile scenario, in cui la nuova creatura renziana potrebbe andare a pescare in un bacino di centro e di forzisti delusi, dall’altra c’è la guardia scelta del leader, convinta che ora una scissione farebbe solo male al partito, al governo e a Zingaretti”.

“Nei primi mesi di vita di un’alleanza con i 5stelle tutta da sperimentare; e in vista della battaglia alle regionali in Umbria, Emilia, Toscana e Calabria, il valore dell’unità è da preservare. Più in là si vedrà. Quindi forse sarebbe opportuno – ragionano i vertici Pd – concedere a Renzi la carica apicale della presidenza per tacitare le sue insofferenze”.

Governo Conte bis: la giornata di ieri

Ieri, lunedì 9 settembre, il governo Conte bis ha ottenuto la fiducia della Camera dei deputati con 343 voti a favore.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto (qui il discorso integrale del premier) in Aula a Montecitorio a quattro giorni dal giuramento al Quirinale e a un mese dallo strappo tra Lega e M5S che ha chiuso l’esperienza di governo gialloverde tra Carroccio e pentastellati e aperto la strada a un accordo tra Pd e Movimento 5 Stelle.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.