Covid ultime 24h
casi +15.943
deceduti +429
tamponi +327.704
terapie intensive -51

Recovery, Cottarelli smentisce Salvini con una lezione di economia in diretta tv

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 27 Gen. 2021 alle 10:59 Aggiornato il 27 Gen. 2021 alle 12:56
16k
Immagine di copertina

Intervistato da Giovanni Floris a DiMartedì su La7, Carlo Cottarelli, professore che dirige l’Osservatorio dei conti pubblici italiani all’Università Cattolica ci scherza su: “Si parlava di me prima del Conte uno, prima del Conte due e se ne parla anche ora, vediamo cosa succede”.

Il suo nome è dato tra i favoriti per diventare premier se Giuseppe Conte fallisse il terzo tentativo. Cottarelli, così come il presidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia o l’attuale ministra degli Interni Luciana Lamorgese, potrebbe raccogliere una maggioranza più ampia, magari arrivando anche al centro e a Forza Italia, in uno scenario di governo di “salvezza nazionale”, come lo definiscono nel Pd.

In studio c’è anche Matteo Salvini, leader della Lega, si parla di Recovery Fund. “Se fossi al governo, rinuncerei ai 120 miliardi stanziati a prestito dall’Europa col Recovery Fund. Quei soldi preferisco prenderli dai mercati a tassi più vantaggiosi”, afferma il leader leghista. Cottarelli risponde: “Basta fare due calcoli tra quello che si prende a prestito e il differenziale del tasso di interessi rispetto al finanziamento di mercato e viene fuori che col Recovery si risparmia, soltanto sui prestiti, circa 25 miliardi in dieci anni. Insomma, se facessimo come ha detto Salvini, in dieci anni perderemmo 25 miliardi”.

16k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.