Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:05
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

“Quando non battono, nuotano”: gli insulti del consigliere della Lega alle sardine nere

Immagine di copertina

Pietro Burgazzi, segretario della Lega a Cremona e consigliere comunale, ha scritto un post sessista e razzista sul suo profilo Facebook, che successivamente ha cancellato

Gli insulti sessisti e razzisti del consigliere della Lega contro le sardine nere

“Quando non battono, nuotano”: sono gli insulti sessisti e razzisti che un consigliere della Lega ha rivolto contro le sardine nere.

Si tratta di Pietro Burgazzi, segretario del Carroccio di Cremona e consigliere comunale, il quale ha insultato le sardine nere in occasione della loro manifestazione che si è tenuta a Napoli lo scorso 7 dicembre.

“Siamo le sardine nere”: a Napoli va in scena la protesta dei migranti contro il mancato rilascio dei permessi di soggiorno

insulti consigliere lega sardine nere

Burgazzi ha scritto il commento di insulti in un post in cui ha condiviso uno pseudo articolo di un sito internet. Dopo l’ondata di indignazione che lo ha travolto e che, a quanto scrive Cremona Oggi lo avrebbe costretto alle dimissioni da segretario della Lega di Cremona, Burgazzi ha cancellato il post.

Ma il guaio ormai era fatto. Gli insulti di Burgazzi, infatti, erano già stati fotografati da molti utenti, che hanno iniziato a far circolare lo screenshot incriminato sui social.

“È un commento che offende tutte le donne innanzitutto, che offende le donne e le persone di colore, che offende chi manifesta pacificamente le proprie idee. Dietro a questo commento c’è violenza, c’è brutalità, c’è volgarità, ci sono stereotipi” ha commentato sul suo profilo Facebook Gianluca Galimberti, sindaco dem di Cremona.

“Trovo grave che una persona, chiunque sia, possa scrivere così. Trovo gravissimo che lo faccia un uomo delle istituzioni. Esprimere le proprie idee non corrisponde a esprimere odio. Sbagliato sempre, pericoloso sempre, da condannare sempre” ha concluso il primo cittadino del comune lombardo, appena rientrato dalla marcia dei 600 sindaci per Liliana Segre che si è svolta nel tardo pomeriggio di martedì 10 dicembre a Milano.

Caserta, le sardine nere a TPI: “Prima di Salvini l’Italia non era così” | VIDEO

Ti potrebbe interessare
Politica / Mattarella bacchetta Governo e Parlamento: “Troppi decreti legge anomali, ora basta”
Politica / Dimissioni ministri M5S? Grillo infuriato per le parole di Dadone: "Beppe sta con Draghi"
Politica / Salvini si è fatto la prima dose di vaccino anti-Covid
Ti potrebbe interessare
Politica / Mattarella bacchetta Governo e Parlamento: “Troppi decreti legge anomali, ora basta”
Politica / Dimissioni ministri M5S? Grillo infuriato per le parole di Dadone: "Beppe sta con Draghi"
Politica / Salvini si è fatto la prima dose di vaccino anti-Covid
Politica / Giustizia, Dadone: "Valutare con Conte ipotesi dimissioni ministri M5S"
Politica / Sileri: “Difficile che a settembre le scuole ripartano in presenza”
Politica / Bersani: "Draghi? Se parlava 15 giorni fa era meglio"
Politica / Salvini risponde a Draghi: "Germania e Gran Bretagna invitano a morire?"
Politica / Draghi: "Salvini? Appello contro i vaccini è appello a morire"
Politica / Fieg: “Il Governo si avvalga dei giornali per spingere la campagna vaccinale”
Politica / Se Gualtieri diventa sindaco di Roma, Conte punta al suo seggio in parlamento