Me
HomePolitica

“Ero straniero”: alla Camera arriva la proposta di legge per modificare la Bossi-Fini sull’immigrazione

La Lega all'attacco: "Pd e M5S dicono 'Prima i clandestini'"

Di Donato De Sena
Pubblicato il 12 Nov. 2019 alle 18:08 Aggiornato il 12 Nov. 2019 alle 18:29
Immagine di copertina
Credit: UN Migration Agency (IOM)

Immigrazione, alla Camera la proposta di legge per modificare la Bossi-Fini

La prossima settimana alla Camera dei Deputati l’esame della proposta di legge di iniziativa popolare “Ero straniero”, una pdl che modifica la legge Bossi-Fini sull’immigrazione prevedendo la possibilità di permessi di soggiorno regolari per immigrati economici. Ad annunciarlo è stato oggi, martedì 12 novembre, il presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera, Giuseppe Brescia, del M5S. “Ripartono la prossima settimana – ha detto il parlamentare pentastellato – le audizioni sulla proposta di legge di iniziativa popolare ‘Ero straniero'”.

Il testo era stato incardinato un anno fa con la sola illustrazione del testo da parte del relatore Riccardo Magi, di +Europa.

“Promuovere l’immigrazione regolare, in raccordo con i settori produttivi del Paese – ha detto oggi Brescia – deve essere una risposta strutturale per contrastare illegalità e lavoro nero. Noi diciamo no alle sanatorie del passato e con queste audizioni apriamo in Parlamento il cantiere per un’immigrazione capace di produrre ricchezza per lo Stato e per le nostre imprese”.

“Sono tanti a sostenere – ha proseguito il deputato M5S – che il decreto flussi annuale non garantisce più i fabbisogni del mercato del lavoro. Lo dimostrano i dati: a inizio luglio erano più di 44mila le domande presentate per i lavoratori stagionali a fronte di 18mila ingressi autorizzati. Domani con un question time in commissione chiederò al Ministero dell’Interno un aggiornamento sul numero di domande presentate. La realtà parla sempre più forte della propaganda” conclude Brescia.

La Lega attacca: “Pd e M5S dicono ‘Prima i clandestini'”

Gli esponenti della Lega hanno commentato la notizia con parole forti. Il senatore Stefano Candiani e il deputato Nicola Molteni, leghisti e sottosegretari all’Interno con il ministro Matteo Salvini, hanno dichiarato: “Il Movimento 5 Stelle completa la sua metamorfosi in parente povero del Pd e annuncia di cambiare la Bossi Fini al grido ‘Ero straniero…’. La Lega dice prima gli italiani. La sinistra e i grillini dicono prima i clandestini”.

Leggi anche:

Boldrini a TPI: “Abbassare l’Iva sugli assorbenti è un primo passo per rimettere le necessità delle donne al centro”

“Nel Pd ho fatto tante battaglie, ma nessuno voleva comunicarle. Scelgo Renzi per sentirmi viva”: a TPI la più giovane del Pd passata a Italia Viva

Ex Ilva, Conte al lavoro senza sosta ma il M5S è diviso sullo scudo penale. Arcelor Mittal deposita il recesso in tribunale