Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Governo Pd-M5S, ultime notizie: il Conte bis è in carica. Di Maio si insedia alla Farnesina

Tutti gli aggiornamenti in diretta sulla situazione politica italiana

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 5 Set. 2019 alle 17:15 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 20:26
0
Immagine di copertina
Credit: Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica

Governo Pd-M5S: le ultime notizie di oggi

Ecco le ultime notizie sul neonato governo Pd-M5S. Oggi, giovedì 5 settembre, è il giorno del giuramento (segui la diretta di TPI) al Quirinale. Dalle ore 10, presso il Salone delle Feste, la squadra di governo, composta da 21 ministri (10 al Movimento Cinque Stelle, 9 al Partito democratico, uno a Liberi e uguali, un tecnico), sfilerà dinanzi al Capo dello Stato per giurare fedeltà alla Repubblica italiana (Qui le info per dove seguire il giuramento in streaming e diretta tv). Una volta terminata la cerimonia (qui tutti i dettagli su come si svolgerà), c’è stato il primo Consiglio dei ministri e il primo atto è stato quello di impugnare una legge regionale discriminatoria nei confronti dei migranti. Lunedì 9 e martedì 10 il governo si presenterà alle Camere per chiedere la fiducia.

Governo Pd-M5S: la diretta LIVE

Qui tutte le ultime news di oggi sul governo Pd-M5S in diretta con aggiornamenti in tempo reale.

20,20 – Passaggio di consegne all’Economia. Passaggio di consegne all’insegna della cordialità tra il ministro dell’economia, Roberto Gualtieri e il suo predecessore Giovanni Tria. Il neo ministro è da oggi negli uffici del palazzone di via XX settembre, sede centrale del dicastero e della Ragioneria dello Stato. Ad accoglierlo c’era il ministro uscente, Giovanni Tria che Gualtieri ha ringraziato per il lavoro svolto e con il quale si è intrattenuto anche oltre i saluti di prammatica. Gualtieri, che è professore di storia contemporanea, si è poi insediato nell’ufficio dove, come tradizione, i ministri dell’economia utilizzano la scrivania che è stata del loro lontano predecessore Quintino Sella.

20,00 – Patuanelli firma i primi decreti al Mise. “Il Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ha firmato oggi, nel corso della sua prima giornata di lavoro presso la sede del Dicastero di Via Veneto, i primi decreti finalizzati a favorire gli investimenti e la competitività dei territori interessati”. Lo si legge in una nota secondo cui “nello specifico sono stati firmati i seguenti decreti che autorizzano il finanziamento di: un programma di investimenti produttivi e l’attività di ricerca e sviluppo in Friuli Venezia Giulia; progetti di ricerca e sviluppo in Lombardia e Liguria, con l’obiettivo di sostenere i processi innovativi delle imprese interessate; un programma di sviluppo industriale per la realizzazione di prodotti e servizi innovativi in Puglia; un progetto operante nel settore turistico in Sardegna, al fine di favorire la competitività del territorio di Cagliari”.

ore 19,20 – Salvini: “Bell’esordio. E invoca la piazza”. “Bell’esordio, rispettoso dell’autonomia delle popolazioni, dei governatori, dei territori, degli italiani per il governo Pd-M5s e Leu. E anche Leu perché non dimenticatevi di Fratoianni e Boldrini”. L’ha detto il leader della Lega Matteo Salvini in diretta Facebook, a proposito della decisione presa dal primo Consiglio dei ministri di impugnare due leggi del Friuli Venezia Giulia sui migranti. Salvini ha poi annunciato, in una diretta Facebook, un autunno di “lotta pacifica ma determinata”.

ore 18,20 – Guerini si è insediato alla Difesa. “Assumo l’incarico di questo importante ministero con grande senso di responsabilità verso il Paese, e rispetto nei confronti di tutto il personale militare e civile delle Forze Armate”. Lo ha detto il ministro della Difesa Lorenzo Guerini che si è insediato oggi presso la sede del Dicastero di via XX settembre. Giunto nel primissimo pomeriggio, ha incontrato il ministro uscente Elisabetta Trenta, con la quale ha avuto un cordiale colloquio esprimendo parole di ringraziamento per l’importante e valido lavoro svolto in questi 15 mesi a capo del Dicastero.

> Il terribile sgarbo istituzionale di Salvini alla nuova ministra dell’Interno Lamorgese

ore 17,20 – Merkel: “Grande successo di Conte”. La cancelliera tedesca Angela Merkel si è congratulata “di cuore” con il premier Giuseppe Conte per la nuova nomina e gli ha augurato “grande successo” ricordando i legami storici e culturali e i “comuni valori” come “l’impegno per l’Unione europea” che uniscono Italia e Germania. Lo riferisce un comunicato dell’Ufficio stampa e informazione del governo federale tedesco riportando il testo di un messaggio della cancelliera a Conte.

ore 17,10 – Conte: “Ora basta sgrammaticature istituzionali”. Basta “conflittualità” e “sgrammaticature istituzionali”: il governo deve da subito lavorare nel segno della “leale collaborazione”. E’ questo, a quanto riferiscono fonti governative, il cuore del discorso che Giuseppe Conte ha fatto stamane ai ministri nel primo Cdm. Il premier ha invitato alla collaborazione leale le tre forze politiche che compongono il governo, sia tra di loro che con la presidenza del Consiglio. E ha invitato i ministri a essere sobri nelle parole e operosi nelle azioni.

ore 16,45 – Il primo atto del Governo Conte bis – Il Cdm impugna legge Fvg, norme migranti discriminatorieIl Cdm, su proposta del ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha deliberato di impugnare una legge del Friuli Venezia Giulia. Lo rende noto il comunicato del Cdm. Si tratta della legge n. 9 del 08/07/2019, “Disposizioni multisettoriali per esigenze urgenti del territorio regionale”, in quanto “numerose disposizioni sono risultate eccedere dalle competenze Statutarie della Regione”. Tra le motivazioni si legge che “talune disposizioni in materia di immigrazione appaiono discriminatorie”.

ore 16,30 – Franceschini: “Con Salvini passi indietro sull’antifascismo”. “Con la Lega è stato fatto un passo indietro sull’antifascismo”. Il ministro della cultura Dario Franceschini lo dice visitando a Roma le stanze del museo di via Tasso, dove furono torturati gli antifascisti. Cita una frase di Mussolini del 1919 (“Bisogna trasformare la paura in odio”) e attacca senza riserve il leader leghista ed ex ministro dell’Interno Salvini. I cronisti lo stuzzicano sui 5 Stelle: “Erano al governo anche loro, anche con loro c’è stato un passo indietro sull’antifascismo?” “No, con i 5 Stelle no – ribadisce il ministro Pd – con Salvini”.

ore 15,45 – Passaggio di consegne alla Farnesina tra Luigi Di Maio ed Enzo Moavero Milanesi. Il nuovo capo della diplomazia italiana, l’ex vicepremier Luigi Di Maio, è arrivato al Ministero nel primo pomeriggio, dove ha avuto un colloquio con il ministro uscente, Enzo Moavero Milanesi. Alla Farnesina, dove è stato accolto con un abbraccio dall’ex sottosegretario pentastellato Manlio Di Stefano, Di Maio ha incontrato anche il segretario generale Elisabetta Belloni, per poi salutare alcuni dipendenti del ministero.

ore 15,30 – Salvini twitta un crocifisso. Matteo Salvini pubblica su Twitter la foto di un crocefisso, nelle ore in cui si insedia il nuovo governo. Il leader della Lega fotografa un’edicola votiva e pubblica la scritta: “A protezione e difesa della nostra Italia, dei nostri valori, della nostra cultura, della nostra identità e della nostra libertà”.

tweet salvini

ore 14,26 – Carafagna: “Bella mossa, Salvini”. “Faremo un’opposizione dura e rigorosa a questo pessimo governo di estrema sinistra e costruiremo un’alternativa seria e competente per salvare il nostro Paese”. Lo scrive Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, su Twitter allegando un’immagine dell’esecutivo Conte 2 con sovraimpressa la scritta ‘Bella mossa, Salvini!’.

ore 14,20 – Gentiloni: “Orogoglioso dell’incarico” – “Amo l’Italia e l’Europa e sono orgoglioso dell’incarico ricevuto. Ora al lavoro per una stagione migliore”: lo scrive Paolo Gentiloni, candidato italiano alla Commissione Ue, sul suo profilo Twitter.

ore 14,00 – Fraccaro: “Governo attuerà riforme” – Riccardo Fraccaro, fresco di nomina come Sottosegretario di stato alla presidenza del Consiglio dei ministri ha dichiarato in una nota che “Il governo attuerà, con la massima determinazione, un programma incentrato sull’attuazione delle riforme di cui il Paese ha bisogno. La priorità – continua Fraccaro – sarà rafforzare le politiche espansive puntando sugli investimenti green per rilanciare lo sviluppo sostenibile”.

ore 13,40 – Fioramonti: “Oggi lettera di Conte a von der Leyen su Gentiloni” – “Oggi il presidente del Consiglio invierà una lettera di conferma a Ursula von der Leyen per indicare il nome di Paolo Gentiloni alla commissione Ue”: lo ha dichiarato il neo ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti, intervenuto al programma di La7 L’aria che tira.

ore 13,30 – Zingaretti: “Con Gentiloni Italia torna protagonista” – “Felice per Paolo Gentiloni designato Commissario Ue. Ottima scelta per l’Italia che torna protagonista in Europa”: lo scrive il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti sul suo profilo Twitter.

governo pd m5s

ore 13,25 – Franceschini: “In Cdm clima di collaborazione” – Al termine del primo Consiglio dei ministri del Conte bis, Dario Franceschini, neo ministro dei Beni Culturali, intercettato dai giornalisti fuori da Palazzo Chigi ha affermato che nel Cdm “c’è stato un clima di volontà e collaborazione”. L’esponente del Partito Democratico, poi, ha detto che “Sappiamo bene che si tratta di un percorso difficile, ma conta lo spirito. Con Di Maio abbiamo condiviso che non sarà un governo dello scontro”.

ore 13,20 – Gentiloni: “Onorato” – “Ringrazio il presidente del Consiglio Giuseppe Conte per l’incarico conferito. È una responsabilità che mi onora. Cercherò con tutte le forze e con il mio lavoro di contribuire a una nuova stagione positiva per l’Italia e per l’Europa”: così Paolo Gentiloni in una nota diffusa alla stampa.

ore 13,10 – Conte informa Cdm, comunicato Gentiloni a Ue – Il premier Giuseppe Conte ha informato il Consiglio dei ministri di aver comunicato alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, nella serata di mercoledì 4 settembre, il nome di Paolo Gentiloni come membro italiano della nuova commissione. Lo si apprende da fonti del governo.

ore 13,00 – Ue: “Nuovo governo riflette spirito europeo” – “Il nuovo governo italiano riflette uno spirito europeo”: così la portavoce della Commissione europea Mina Andreeva.

ore 12,30 – Juncker: “Certo che Italia giocherà ruolo importante in Ue” – “Sono convinto che l’Italia sarà capace di giocare un ruolo importante nell’affrontare le sfide europee e sarà all’altezza della sua responsabilità di membro fondatore della nostra Unione”: lo scrive il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker nella sua lettera di congratulazioni al premier Giuseppe Conte.

ore 12,00 – Franceschini: “Squadra piena di voglia di fare” – Dario Franceschini, neo ministro dei Beni Culturali, ha postato una foto sul suo profilo Twitter in cui sono ritratti tutti i ministri esponenti del Partito Democratico con la seguente didascalia: “Una squadra piena di voglia di fare per gli Italiani”.

governo pd m5s

ore 11,50 – Iniziato il primo Consiglio dei ministri – È iniziato a Palazzo Chigi il primo Consiglio dei ministri del Conte bis. Il primo atto sarà quello di assegnare le deleghe di sottosegretario alla presidenza del Consiglio a Riccardo Fraccaro.

ore 11,30 – Boccia: “Ridurre le diseguaglianze tra Nord e Sud” – “Nord e Sud non sono due pezzi di paese che vanno in due direzioni opposte, voglio lavorare per ridurre le diseguaglianze. Questo governo nasce per fare una grande alleanza sociale”: lo ha dichiarato il neoministro per gli Affari regionali e per le Autonomie, Francesco Boccia ai microfoni di TPI.

ore 11,20 – Conte si insedia – Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha suonato la campanella, nel tradizionale passaggio che precede il primo Consiglio dei ministri. Il premier, che succede a se stesso, è arrivato a Palazzo Chigi, dove ha ricevuto la campanella, che solitamente viene passata da un premier all’altro, dal segretario generale Roberto Chieppa. Insieme a Conte era presente anche il sottosegretario uscente alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti e Riccardo Fraccaro, che succede all’esponente della Lega.

ore 10,30 – Il governo ha giurato: l’esecutivo Conte bis è in carica – Si è conclusa con la foto di rito insieme al presidente della Repubblica Sergio Mattarella la cerimonia di giuramento del nuovo governo, guidato da Giuseppe Conte.

Credit: Francesco Ammendola – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica

ore 10,16 – Alfonso Bonafede ha giurato con la mano sul cuore – Il ministro della giustizia, che ha visto riconfermato il ruolo che ricopriva nel precedente governo Conte, giura da ministro con la mano sul cuore davanti al presidente della Repubblica. Poco dopo, anche Sergio Costa, confermato ministro dell’Ambiente, giura con la mano sul cuore. In ossequio al suo background militare, prima di raggiungere il tavolo del giuramento, Costa si è posto sull’attenti e ha battuto i tacchi. Luigi Di Maio è invece l’unico al quale il premier Conte ha stretto la mano con entrambe le mani. Conte ha firmato il giuramento con la sua penna personale e non con quella messa a disposizione dal Quirinale. Roberto Speranza non ha letto il giuramento, ma lo ha recitato a memoria.

ore 10,05  – È iniziata la cerimonia di giuramento dei ministri dell’esecutivo Conte bis – Segui la diretta di TPI a questo link

ore 10,00 – L’Italia candida Gentiloni a Commissione Ue – L’Italia ha indicato l’ex premier Paolo Gentiloni come candidato alla Commissione europea. La comunicazione è avvenuta nella serata di ieri. Si apprende da fonti a Bruxelles, riportate dall’Ansa.

ore 9,55 – Governo Pd M5s, i ministri sono arrivati nella Salone delle Feste – I 21 ministri del governo Conte bis sono entrati nel Salone delle Feste, al Quirinale. Ora si attende l’inizio della cerimonia.

ore 9,35 – Boccia: “Faremo Autonomia rispettando Costituzione” – “Faremo l’Autonomia, rispettando la Costituzione. Ci sono già punti di incontro con il presidente Conte”: lo ha affermato il neo ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, entrando al Quirinale per il giuramento.

ore 9,30 – Di Maio: “Pronti a dare il massimo” – “Buongiorno a tutti! Eccomi con la nuova squadra di ministri del MoVimento 5 Stelle. Pronti a dare il massimo per il Paese. Un grazie di cuore ai ministri uscenti Danilo Toninelli, Giulia Grillo, Barbara Lezzi, Alberto Bonisoli ed Elisabetta Trenta. Grazie per lo straordinario lavoro che avete svolto in questi 14 mesi”: lo scrive su Facebook il capo politico del M5S Luigi Di Maio a margine del giuramento del Conte bis.

ore 8,30 – Governo Pd M5sConte e Di Maio ai ferri corti? – Secondo quanto ricostruito da alcuni quotidiani, Di Maio avrebbe minacciato di far saltare l’accordo di governo se Fraccaro non fosse stato nominato sottosegretario alla presidenza del Consiglio, cosa poi effettivamente avvenuta. Conte, però, non avrebbe gradito e sarebbe intenzionato a isolare il neo ministro degli Esteri. (Qui l’articolo completo).

ore 7,30 – Governo Pd M5s, Salvini ora punta al Copasir – Matteo Salvini ha ammesso di aver “incassato un gol dal Pd, ma su un rigore inesistente”, ma non per questo ha voglia di mollare, anzi. L’ex ministro dell’Interno ha già in mente una strategia a lungo termine per riprendersi il governo. Secondo quanto rivelato da La Stampa, infatti, il leader della Lega avrebbe ostentato sicurezza non solo nelle dirette Facebook, ma anche con i suoi. Salvini, infatti, è convinto che, dai banchi dell’opposizione, non potrà fare altro che aumentare i suoi consensi.

Oltre a scatenare la “Bestia” di Morisi, la macchina propagandistica ideata dallo spin doctor del leader del Carroccio, Salvini avrebbe in mente di richiedere la poltrona del Copasir, l’organo parlamentare che esercita il controllo parlamentare sull’operato dei servizi segreti italiani, che spetta di diritto all’opposizione. Il posto, infatti, è stato lasciato libero da Guerini, nominato ieri ministro della Difesa del Conte bis.

Ma per Salvini questo è solo l’inizio. Il leader della Lega, infatti, oltre agli appuntamenti di Pontida e Roma, in programma il 15 e il 19 settembre, ha già in mente un tour dell’Italia per spiegare cosa il Carroccio non ha potuto fare al governo per colpa dei “traditori” pentastellati. D’altronde nei prossimi mesi si vota nelle regioni Umbria, Calabria ed Emilia-Romagna e Salvini d’ora in avanti non vuole più incassare gol, ma solo segnarli.

ore 7,00 – Sondaggi: fiducia al Governo PD-M5S – I primi sondaggi pubblicati l’indomani la nascita del Conte bis indicano una iniezione di fiducia da parte degli italiani nei confronti dell’esecutivo giallorosso. Per quanto riguarda il consenso dei singoli partiti, invece, da sottolineare il crollo della Lega, che resta comunque il primo partito, e la netta ripresa del Movimento 5 Stelle. (Qui l’articolo completo).

Governo news, ultime notizie: la giornata di ieri

Nella giornata di ieri, mercoledì 4, il presidente del Consiglio incaricato ha sciolto la riserva e presentato la lista dei ministri al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Conte è salito al Quirinale intorno alle 14, dopo un’ultima mattinata di trattative con Movimento 5 Stelle e Partito Democratico per limare gli ultimi dettagli su programma e squadra di governo. Il premier ha presentato una lista composta da 21 ministri con 10 esponenti al Movimento Cinque Stelle, 9 al Partito democratico, uno a Liberi e uguali e un tecnico.

Tra i nomi di peso quello di Luigi Di Maio, capo politico del M5S, che è stato nominato ministro degli Esteri, quello di Luciana Lamorgese, ex prefetto di Milano, che prende il posto di Matteo Salvini agli Interni, ma anche quello di Roberto Gualtieri, che occupa la casella del ministero dell’Economia.

Una squadra accolta favorevolmente dai due leader dei partiti che sosteranno l’esecutivo, M5S e PD, con Di Maio che ha parlato di “Governo coraggioso e ambizioso” e Zingaretti che ha sottolineato la “Esecutivo di svolta generazionale”. Critico Matteo Salvini, il quale ha affermato che si tratta di “Un governo nato tra Parigi e Berlino e dalla paura di mollare la poltrona, senza dignità e senza ideali, con persone sbagliate al posto sbagliato”.

Governo news: il riassunto della giornata di ieri

I commenti di TPI:

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.