Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Governo Conte bis, cambia la geografia: ecco da dove vengono i nuovi ministri

Immagine di copertina
Foto: Bonafede e Di Maio

La regione più rappresentata è la Campania: 11 ministri dalle regioni del Sud

Governo Conte bis, da dove vengono i ministri

Cambia la geografia nel governo Conte bis, ma da dove vengono i nuovi ministri?

Svelata oggi, mercoledì 4 settembre, la nuova squadra giallorossa dopo il via libera del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il premier incaricato Giuseppe Conte prometteva cambiamenti, e questi certo traspaiono nella composizione del nuovo esecutivo. Nel governo Conte bis ci sono 21 ministri: 11 dei quali vengono dal Sud, a differenza della maggioranza lombarda della precedente formazione gialloverde.

Al primo posto c’è la Campania con 4 ministri (Luigi Di Maio, Sergio Costa, Vincenzo Spadafora ed Enzo Amendola), a cui fanno seguito la Sicilia (Alfonso Bonafede, Nunzia Catalfo e Giuseppe Provenzano) con tre ministri e la Basilicata (Roberto Speranza e Luciana Lamorgese) la Puglia (Francesco Boccia e Teresa Bellanova) con due.

Rimane tuttavia elevato il numero complessivo dei ministri settentrionali, che ammontano a 8. Le regioni più rappresentate sono la Lombardia, il Piemonte e l’Emilia Romagna, con 2 ministri ciascuna. Infine, si contano anche un friulano e un veneto, mentre Roberto Gualtieri, in quota Pd, e Lorenzo Fioramonti, M5S, vengono da Roma.

L’esecutivo, poi, si distingue per la giovane età dei suoi componenti, 47 anni di media. Il più giovane è Luigi Di Maio, 33 anni, ma ci sono altri due ministri under 40: Fabiana Dadone, responsabile della Pubblica amministrazione, e Provenzano, al Mezzogiorno. Il titolo di ministra più anziana spetta invece a Luciana Lamorgese, la neoministra dell’Interno, che a breve compirà 66 anni.

Altre curiosità sul governo Conte bis

Tra le altre sorprese del nuovo esecutivo, Di Maio, agli Esteri dopo l’esperienza al dicastero di Lavoro e Sviluppo Economico, si presenta come il più giovane ministro del nostro Paese in questo dicastero.

Paola Pisano, M5S, invece, ha preso le redini del nuovo ministero all’Innovazione.

Sono 7 le donne, un terzo del totale. Lamorgese, Catalfo, Bellanova, Dadone, Pisano, Paola De Micheli ed Elena Bonetti.

Due le riconferme: Costa all’Ambiente e Bonafede alla Giustizia.

Ti potrebbe interessare
Politica / Cop27 Egitto, Cingolani: “Pensando a Zaki e Regeni per me grosso problema partecipare “
Politica / Conte: “Mi candiderò a Politiche. Entrerò in Parlamento dalla porta principale”
Politica / Berlusconi strizza l’occhio al M5S: “Ha dato voce a disagio reale che merita rispetto”
Ti potrebbe interessare
Politica / Cop27 Egitto, Cingolani: “Pensando a Zaki e Regeni per me grosso problema partecipare “
Politica / Conte: “Mi candiderò a Politiche. Entrerò in Parlamento dalla porta principale”
Politica / Berlusconi strizza l’occhio al M5S: “Ha dato voce a disagio reale che merita rispetto”
Politica / I sindacati si spaccano: Cgil e Uil proclamano lo sciopero generale, la Cisl non aderisce
Opinioni / Il PD è davvero pronto a un bagno di sangue in nome di Giuseppe Conte? (di S. Mentana)
Politica / Calenda pronto a sfidare Conte nel collegio di Roma 1: “I 5 Stelle hanno devastato la Capitale”
Politica / Renzi: “Se il Pd candida Conte a Roma lo farà senza di noi. È un seggio parlamentare, non un banco a rotelle”
Politica / Monti: “Gli italiani? Hanno uno scarso livello di preparazione. Mia frase sull’informazione e il Covid infelice”
Politica / Quirinale, stop di Forza Italia a Draghi: “Se va al Colle si vota”. Ipotesi Cartabia prima donna premier
Politica / Draghi e i giovani: dialoghi sul futuro