Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Giorgetti avverte: “A giugno verrà la grandine, il governo non può vivere in stallo”

Immagine di copertina

GOVERNO NEWS GIORGETTI – Giancarlo Giorgetti non smette di lanciare messaggi poco incoraggianti agli alleati del Movimento 5 Stelle sulla tenuta del governo gialloverde. L’ultimo avvertimento del numero due della Lega, ascoltatissimo da Matteo Salvini, è arrivato con un colloquio con il Corriere della Sera. “In giugno verrà la grandine. E i più deboli ed esangui saranno i primi a cadere…”, ha detto il sottosegretario.

Giorgetti: “Non si può vivere in stallo” | Governo news

La tenuta dopo il voto dell’esecutivo guidato da Giuseppe Conte che si regge sul patto di programma sottoscritto un anno fa, non è scontata.”Se c’è un governo del cambiamento, non può vivere in stallo, deve fare le cose. Lo dico dopo settimane in cui il governo ha avuto problemi”, sono state le parole di Giorgetti.

> Tutte le news sul governo

Il leghista è stato protagonista di un duro attacco diretto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, accusato di non essere super partes rispetto alle due forze di maggioranza. Giorgetti oggi dice: “Non accuso nessuno, tantomeno il premier. Il premier deve essere politico, super partes c’è solo il presidente della Repubblica. Conte è espressione del M5S, io sono espressione della Lega”. Dunque, le divisioni sono dietro l’angolo. Così come il rischio di fratture insanabili.

> Le news sul governo del 23 maggio

“L’affiatamento va ritrovato, se no così non si va avanti”, dichiara Giorgetti. E parlando dei 5 Stelle: “Ma non si accorgono del clima, non lo sentono? Io ci vado nelle aziende, vedo gli impianti, le vedo le persone che si fanno un culo così per starci dentro… E noi? Noi siamo sempre lì, con ‘ste questioni…”.

Uno sguardo anche alle previsioni che premiano il Carroccio: “Trenta per cento della Lega? Se così fosse, offro champagne a tutti”. E, sui rimpasti post voto, Giorgetti esclude ogni ipotesi: “Di questi discorsi da Prima Repubblica, di discussione sulle poltrone, a nessuno frega zero”. Il botta e risposta continua.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati”
Opinioni / Crisi di governo, battaglia sugli sbarchi e mojito: la prevedibile estate di Salvini per inseguire la Meloni (di G. Cavalli)
Politica / Fonti Pd a TPI: “Se Gualtieri perde a Roma, via Letta. Chiederemo un nuovo segretario”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati”
Opinioni / Crisi di governo, battaglia sugli sbarchi e mojito: la prevedibile estate di Salvini per inseguire la Meloni (di G. Cavalli)
Politica / Fonti Pd a TPI: “Se Gualtieri perde a Roma, via Letta. Chiederemo un nuovo segretario”
Politica / Caso Renzi-007, Report rincara la dose: stasera parla la fonte che ha girato il video
Politica / Renzi: "Voglio intervenire a Report". E Ranucci lo invita: "Presto nostro ospite"
Politica / #VotoSanoDaLontano, la campagna perché si predispongano modalità di voto a distanza a beneficio dei fuorisede
Politica / Renzi: “Conte è malato di complottismo. Menomale che ora c’è Draghi”
Politica / Migranti, verso la cabina di regia dopo il colloquio di Draghi con Lamorgese. Pressing di Salvini
Politica / Retroscena TPI – Nomine pubbliche: Draghi pensa a Scaroni e Scannipieco per Ferrovie e Cdp. Terremoto in Leonardo?
Politica / Comunali Roma, Gualiteri scende in campo: "Mi candido alle primarie del Pd"