Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Fratelli d’Italia verso il sorpasso sulla Lega: nel centrodestra si prepara la resa dei conti

Immagine di copertina

Fratelli d’Italia verso il sorpasso sulla Lega: nel centrodestra si prepara la resa dei conti

Dopo il voto delle amministrative, si prepara la resa dei conti all’interno del centrodestra. La sfida per la guida della coalizione, data per favorita alle prossime elezioni, entra così nel vivo, dopo il voto che ha visto l’affermazione del centrodestra in diverse città chiave, ma anche l’esito disastroso dei referendum sulla giustizia, in cui è stato registrata l’affluenza più bassa della storia.

“Il leader del centrodestra lo decideranno gli italiani alle prossime politiche”, ha detto oggi Matteo Salvini, che da mesi contende la leadership del centrodestra a Giorgia Meloni. Secondo quanto riporta invece Francesco Verderami su Il Corriere della Sera, non sarà necessario attendere le elezioni per aprire un confronto tra Lega e Fratelli d’Italia.

Piuttosto saranno determinanti i risultati definitivi degli spogli, che decreteranno il successo o meno del sorpasso tentato da Fratelli d’Italia sulla Lega, dopo mesi di sondaggi che vedono il partito guidato da Meloni saldamente davanti.

Se dovessero essere confermati i risultati delle proiezioni, si aprirebbe una nuova fase per il centrodestra, dopo il lungo dominio berlusconiano e la fase del leghismo “nazionale” di Matteo Salvini, con l’ascesa dell’ex ministra della Gioventù. Se il segretario leghista non dovesse accettare l’avvicendamento, potrebbe essere il sistema elettorale a cambiare: con il ritorno al proporzionale, non sarebbe necessario arrivare alle elezioni con un’intesa sul candidato leader. Tuttavia un eventuale arretramento della Lega al Sud e al Nord, potrebbe arrivare a mettere in discussione la leadership di Salvini all’interno del suo stesso partito, nel tentativo di frenare l’emorragia di voti tra il suo elettorato di riferimento.

Ti potrebbe interessare
Politica / Governo, Di Maio: “Quello visto in questi giorni è uno spettacolo indecoroso”
Politica / Adinolfi a TPI: “L’aborto è come il divorzio, quando non c’era l’Italia era più bella e sana”
Politica / Salvini attacca Pd e M5s: “Non possiamo accettare forzature su ius scholae e cannabis”
Ti potrebbe interessare
Politica / Governo, Di Maio: “Quello visto in questi giorni è uno spettacolo indecoroso”
Politica / Adinolfi a TPI: “L’aborto è come il divorzio, quando non c’era l’Italia era più bella e sana”
Politica / Salvini attacca Pd e M5s: “Non possiamo accettare forzature su ius scholae e cannabis”
Politica / Tensioni nel governo, Draghi vede Mattarella
Politica / Ius Scholae e cannabis, la Camera approva il rinvio alla prossima settimana
Politica / La telefonata, il no di Conte, il rientro anticipato in Italia: la giornata nera di Draghi al vertice Nato
Politica / Tensione Draghi-Conte, il premier: “Ho parlato con il leader M5s, il governo non rischia”
Cronaca / Milano, l’eurodeputato Fidanza (FdI) indagato per corruzione
Politica / Conte: "Sconcertato dalle parole di Draghi, grave che un premier tecnico si intrometta"
Politica / “Draghi ha chiesto a Grillo di cacciare Conte dal M5S perché inadeguato”: la rivelazione bomba di Domenico De Masi. Ma Palazzo Chigi smentisce