Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:49
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Verona, l’abbraccio tra Matteo Salvini e Giorgia Meloni: “Non finirà come Giulietta e Romeo”

Immagine di copertina

Verona, l’abbraccio tra Matteo Salvini e Giorgia Meloni: “Non finirà come Giulietta e Romeo”

“Hanno detto che eravamo come Romeo e Giulietta, ma garantisco che non faremo la stessa fine”. Giorgia Meloni e Matteo Salvini mettono da parte mesi di polemiche e si abbracciano sul palco. L’occasione è stata l’appuntamento elettorale per la ricandidatura del sindaco uscente di Verona, Federico Sboarina, sostenuto sia da Fratelli d’Italia che dalla Lega.  “Voglio leggere i titoli e le polemiche sui giornali, noi siamo qua e belli come il sole”, ha detto Salvini dopo gli scontri degli scorsi giorni sulle regole nella coalizione di centrodestra, che a Verona si è presentato diviso.

“Perché una coalizione sia competitiva ha bisogno di regole. È quello che ho chiesto, ma sono certa che dopo le esperienze passate in alleanze variabili con altri partiti, anche gli altri non abbiano più dubbi”, ha voluto sottolineare ieri Meloni, rivendicando comunque il fronte unito con la Lega.

“Un solo voto sconfigge la sinistra, quello per Sboarina”, ha affermato la presidente di Fratelli d’Italia, dopo la scelta di Forza Italia di sostenere l’ex sindaco Flavio Tosi. “Non c’è alcun dubbio che il centrodestra, qualora Flavio Tosi non riuscisse a vincere al primo turno, si ricompatterà al ballottaggio”, ha rassicurato la forzista Licia Ronzulli.

A beneficiare delle divisioni del centrodestra sarà l’ex calciatore e ora candidato “civico” Damiano Tommasi. L’ex centrocampista della Roma e della nazionale, potrebbe diventare il primo candidato del centrosinistra ad approdare al ballottaggio nella città scaligera dal 2002.

Ti potrebbe interessare
Politica / Governo, Calenda: “Non sarà un altro Papeete. Conte fa solo sceneggiate”
Politica / Ius Scholae, Renata Polverini (FI) perentoria: “Voterò sì, è la mia battaglia. Da Meloni mi aspetto un colpo di scena”
Politica / Di Maio: “Qualcuno cerca il pretesto per far cadere il governo, ma se si va al voto il Paese va nel baratro”
Ti potrebbe interessare
Politica / Governo, Calenda: “Non sarà un altro Papeete. Conte fa solo sceneggiate”
Politica / Ius Scholae, Renata Polverini (FI) perentoria: “Voterò sì, è la mia battaglia. Da Meloni mi aspetto un colpo di scena”
Politica / Di Maio: “Qualcuno cerca il pretesto per far cadere il governo, ma se si va al voto il Paese va nel baratro”
Politica / Draghi-Conte, lunedì l’incontro. L’ex premier: “Valuteremo se restare”
Politica / Grillo pubblica un post contro i traditori: “Si sentono eroi ma non lo sono”. Di Maio: “Basta picconare il governo”
Ambiente / Papa Francesco: “La Natura ce la sta facendo pagare”
Politica / Oggi telefonata Draghi-Conte, lunedì il faccia a faccia a Palazzo Chigi
Politica / Deputata Fdi: "Ius scholae sostenuto dai partiti che regalano la droga per strada"
Economia / Bollette, nuovo decreto contro il caro energia. Draghi: “Evitati aumenti fino al 45%”
Politica / Draghi: “Il governo non rischia e non esiste senza il M5S. Questa è l’ultima legislatura da premier”