Me
HomePolitica

Fondi russi alla Lega, Gentiloni: “Salvini smentito da Palazzo Chigi, si dimetta”

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 14 Lug. 2019 alle 14:46 Aggiornato il 14 Lug. 2019 alle 16:51
Immagine di copertina
Paolo Gentiloni e Matteo Salvini

Gentiloni Salvini dimissioni | Fondi russi Lega | Inchiesta BuzzFeed | La posizione di Palazzo Chigi

Gentiloni Salvini dimissioni – “Palazzo Chigi smentisce Salvini su Savoini. A questo punto non basta riferire in Parlamento. Chi dice falsità per coprire truffe e truffatori non può fare il ministro dell’Interno di un grande paese democratico”. Lo scrive su Twitter il presidente del Pd Paolo Gentiloni, invocando le dimissioni di Matteo Salvini.

Gentiloni Salvini dimissioni | Palazzo Chigi si distacca

Palazzo Chigi ha ripreso Salvini rispetto al caso dei fondi russi alla Lega affermando: “Si precisa che l’invito del sig. Savoini al Forum Italia-Russia è stato sollecitato dal sig. Claudio D’Amico, consigliere per le attività strategiche del vicepresidente Salvini, il quale ha giustificato l’invito in virtù del ruolo dell’invitato di Presidente dell’Associazione Lombardia-Russia e ha chiesto ai funzionari del premier di inoltrarla agli organizzatori del Forum”.

Anche il vice premier pentastellato Luigi Di Maio, dopo giorni di silenzio, si è espresso sul caso: “Se ci sono sospetti su finanziamenti ai partiti, si fa una commissione di inchiesta per tutti i partiti”.

Le opposizioni chiedono le dimissioni

Le dimissioni del vice premier leghista Matteo Salvini sono chieste anche dal coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli: “È indecente che Salvini non rassegni le dimissioni da ministro, ma è ancor più indecente che il M5S per timore di perdere gli incarichi  di governo lo sostenga in questa follia che sta screditando l’Italia di fronte al mondo intero”.

Intanto, il segretario del Pd Nicola Zingaretti chiede, a nome del partito, un incontro urgente ai presidenti di Camera e Senato Fico e Casellati “per garantire che nelle sedi parlamentari ci sia immediatamente la possibilità di ascoltare il governo su quanto sta accadendo”.

L’inchiesta di BuzzFeed

Questa bufera si è abbattuta sulla Lega e su Matteo Salvini dopo che BuzzFeed ha realizzato un’inchiesta sui presunti fondi russi alla Lega. In un audio pubblicato il 10 luglio, si rivelano i rapporti tra la Lega, nella persona di Gianluca Savoini, e il governo russo.

Non è ancora chiaro che implicazioni avrà, come si evolverà e quanto gravi saranno le conseguenze, ma intanto quella che era un’inchiesta giornalistica, sui fondi russi alla Lega, è già passata nelle mani della magistratura, che sta indagando in maniera approfondita sulla questione.

Gentiloni Salvini dimissioni | L’audio

L’audio pubblicato da BuzzFeed risale al 18 ottobre 2018 in cui si sente uno stretto collaboratore di Matteo Salvini, Gianluca Savoini, suo portavoce quando venne eletto segretario della Lega, impegnato in colloqui riservati per trasferire denaro russo proveniente dalle vendite del petrolio nelle casse della Lega.

È il 18 ottobre 2018 e sei uomini si incontrano nel lussuoso Hotel Metropol di Mosca, per discutere dei piani per la “grande alleanza”.

I fondi in questione ammonterebbero addirittura a 65 milioni di dollari e sarebbero dovuti servire, tra le altre cose, a finanziare la campagna elettorale per le Europee 2019.

> Fondi russi Lega: quello che c’è da sapere sulle presunte trattative per far arrivare 65 milioni da Mosca al partito di Salvini