Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Europee 2019 | Donne italiane all’estero, sulla tessera elettorale torna il nome del marito: scoppia il caso

Immagine di copertina

Europee 2019 tessera elettorale – C’è una cosa che sta facendo infuriare le donne italiane residenti all’estero: il cognome del coniuge sul certificato elettorale. Non era mai successo prima e per queste elezioni il ministero dell’Interno ha riesumato una vecchia norma del 1999 che affianca il cognome da sposata a quello da nubile.

Elezioni europee 2019 la guida al voto di TPI

A chiedersi per prima se si fosse trattato di un semplice errore è stata Michela Novelli con un post pubblico sul gruppo “Italiani a Bruxelles” che ha suscitato un vero e proprio dibattito tra chi considera l’aggiunta del cognome del marito come un abuso di potere e chi, seppur contrario, non ne fa una tragedia.

Tuttavia, lo smarrimento comune nasce dalla “sorpresa” e da una totale assenza di informazioni da parte degli organi competenti che hanno operato una simile modifica.

•• A questo link tutte le ultime news da conoscere sulle elezioni europee 2019

Daniela, sposata con uno scozzese e residente a Parigi, racconta: “Hanno aggiunto il cognome di Steven, anche se non ho preso il suo cognome legalmente e ogni volta alla posta è una storia”. Perché sulla carta d’identità di molte donne risulta solo il cognome da nubile, mentre sulla scheda elettorale due, creando una difformità tra i documenti.

Nel gruppo “Italiani a Bruxelles” da giorni si dibatte sui certificati elettorali con il doppio cognome, ma anche chi ha provato ad avere una risposta ufficiale dall’Ambasciata belga si è sentito rispondere così: “Buongiorno,
nessun cambio nome è stato effettuato e lei resta Rossi Carla (nome di fantasia) come sui suoi documenti d’identità, solo che per queste elezioni il ministero dell’Interno ha stampato anche il nome dei coniugi sui certificati elettorali”.

A quanto si evince dalla risposta sembrerebbe essersi trattato di una decisione unilaterale e neppure motivata da qualche esigenza particolare. TPI ha provato a contattare l’ufficio stampa del Viminale per avere una spiegazione sulla decisione di introdurre anche il secondo cognome sulla scheda, ma senza successo.

Altre fonti ministeriali rassicurano che si è trattato di un errore materiale, come “ne avvengono molti”, e che al momento del voto si verificherà solamente la corrispondenza del numero assegnato a ciascun elettore, riportato sia negli elenchi, sia sul certificato elettorale, senza tenere conto dei cognomi presenti sulla scheda.

Europee 2019 tessera elettorale: i documenti per votare

Poi, nell’assurdità, c’è anche Bruna che si è vista recapitare il certificato elettorale con il cognome dell’ex marito, nonostante il divorzio sia avvenuto due anni fa e sia stato comunicato all’Aire.

Così circa 2,5 milioni di italiane residenti all’estero (dati Aire al 31/12/2017) in questo momento si staranno chiedendo come mai il cognome del proprio coniuge sia ricomparso sul certificato elettorale, dopo anni di lotte per l’emancipazione femminile e la parità dei coniugi all’interno del matrimonio. Perché alla fine è proprio questo apparente tuffo nel passato ciò che fa arrabbiare di più.

Ti potrebbe interessare
Politica / Parte la raccolta firme per il Referendum sull'abrogazione parziale della legge elettorale Rosatellum
Politica / Schlein e Renzi abbracciati, Conte obbedisce al ct La Russa. E la Nazionale Politici batte i Cantanti
Politica / Pier Silvio Berlusconi: "L'aeroporto intitolato a mio padre? Non mi sono piaciute le modalità"
Ti potrebbe interessare
Politica / Parte la raccolta firme per il Referendum sull'abrogazione parziale della legge elettorale Rosatellum
Politica / Schlein e Renzi abbracciati, Conte obbedisce al ct La Russa. E la Nazionale Politici batte i Cantanti
Politica / Pier Silvio Berlusconi: "L'aeroporto intitolato a mio padre? Non mi sono piaciute le modalità"
Politica / Roberta Metsola rieletta presidente del Parlamento europeo
Politica / “Sono il civile De Luca”: la nuova gelida stretta di mano tra Meloni e il governatore
Politica / Luca Zaia: “Armi a Kiev? È giunto il tempo della diplomazia”
Politica / La stoccata di Geppi Cucciari al ministro Sangiuliano e a TeleMeloni: “Applaudite, qua non possiamo coprire i fischi”
Politica / Il ministro Sangiuliano contestato, ma su Rai 1 i fischi si trasformano in applausi: i video a confronto
Politica / Il monito di Mattarella contro la "democrazia della maggioranza”
Politica / Città contro campagna e il fattore banlieues: la mappa del voto in Francia