Me

Elezioni regionali Piemonte 2019: il 26 maggio si vota. Tutto quello che c’è da sapere

Di Laura Melissari
Pubblicato il 26 Mag. 2019 alle 08:00 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:14
Immagine di copertina

Elezioni regionali Piemonte 2019 | Candidati | Data | Quando si vota 

Elezioni regionali Piemonte 2019 | Oggi, domenica 26 maggio 2019, si tengono le elezioni Europee, ma non solo. Il Piemonte rinnova anche il Consiglio regionale ed elegge il suo nuovo presidente. Si tratta del quarto appuntamento elettorale regionale dall’inizio del 2019, dopo Abruzzo, Sardegna e Basilicata.

Il presidente uscente Sergio Chiamparino prova a rimanere in sella, e il Pd spera, dopo le tre debacle precedenti, di non perdere anche il Piemonte.

Alle ore 12 l’affluenza è stata del 20,6 per cento, un dato simile a quello registrato in occasione delle precedenti elezioni.

Elezioni regionali Piemonte 2019 | I candidati

Ecco chi sono i candidati alla presidenza:

Sergio Chiamparino, presidente uscente e sostenuto da una coalizione di centrosinistra. Chiamparino è stato sindaco di Torino per due mandati, per poi essere eletto, con un netto vantaggio alle regionali del 2014. Ha ricoperto il ruolo di presidente della Conferenza dei Presidenti delle Regioni. In passato ha ottenuto il titolo di miglior sindaco di Italia.

Giorgio Bertola, consigliere regionale uscente sostenuto dal Movimento Cinque Stelle. È stato candidato dopo il voto online sulla piattaforma del M5s.

Alberto Cirio, europarlamentare sostenuto da una coalizione di centrodestra. Dal 2010 al 2014 è stato assessore all’Istruzione, Turismo e Sport della Regione Piemonte durante la presidenza Cota.

Valter Boero, accademico sostenuto dal Popolo della Famiglia.

Qui una descrizione dettagliata di ciascun candidato.

Elezioni regionali Piemonte 2019 | Quando e come si vota

I cittadini piemontesi sono chiamati alle urne oggi, domenica 26 maggio, nella stessa giornata delle elezioni europee e delle elezioni amministrative. Le urne sono aperte dalle 7 alle 23.

Si tratta di elezioni a turno unico, non è dunque previsto il ballottaggio, come invece succede ai comuni superiori ai 15mila abitanti. Il candidato che ottiene la maggioranza relativa dei voti, quindi anche solo un voto più degli altri, diventa presidente della regione Piemonte.

Sono 50 i seggi a disposizione in Consiglio regionale, più quello del presidente.

Il sistema di voto in Piemonte è in parte proporzionale (40 seggi su base provinciale) e in parte maggioritario (10 seggi assegnati al listino del candidato vincitore). Il candidato presidente ha dunque diritto a portare con sè in Consiglio 10 candidati del suo listino.

La soglia di sbarramento è del 3 per cento ed è previsto il voto disgiunto.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Elezioni regionali Piemonte 2019 | I sondaggi

Secondo le proiezioni recenti, i due candidati di centrodestra e centrosinistra sono dati in sostanziale testa a testa. Chiamparino e Cirio, secondo i sondaggi, potrebbero ottenere entrambi intorno al 40 per cento. Si tratta dunque di una sfida aperta.

L’ultimo sondaggio, che risale all’8 maggio 2019, realizzato da Notosondaggi per Repubblica evidenzia questo testa a testa.

Dentro il Rojava, guerra di Siria