Me

Elezioni comunali Sardegna 2019 | Quando si vota | Comuni al voto

Di Laura Melissari
Pubblicato il 10 Giu. 2019 alle 12:30 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:10
Immagine di copertina

Elezioni comunali Sardegna 2019 | Quando si vota | Tutti i comuni al voto | Cagliari | Sassari

Elezioni comunali Sardegna 2019 | Settimane dense di appuntamenti elettorali per l’Italia. Chiusi i ballottaggi in 136 comuni, è il turno delle comunali in alcune città della Sardegna. Domenica 16 giugno 28 comuni sardi, tra cui il capoluogo di regione Cagliari, sono chiamati al voto. Tra i principali comuni al voto ci sono Sassari, Alghero, Villasimius e Castelsardo.

I comuni sardi hanno indetto le elezioni comunali a 3 settimane da quelle che si sono tenute in tutte le altre regioni italiane. La Sicilia aveva votato il 28 aprile, mentre alcuni comuni della Calabria votano in autunno.

Mesi impegnativi per i cittadini sardi, che dall’inizio del 2019 sono andati alle urne già 4 volte: suppletive alla Camera (Cagliari), regionali, europee, e ora le comunali.

Elezioni comunali Sardegna 2019 | Quando si vota

Le urne rimangono aperte dalle 7 alle 23 di domenica 16 giugno. L’eventuale turno di ballottaggio si terrà come di consueto, 15 giorni dopo il primo turno, e quindi domenica 30 giugno.

I comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti, e che quindi potrebbero andare al ballottaggio nel caso in cui nessuno dei candidati ottenesse la maggioranza assoluta già al primo turno sono Cagliari, Sassari, Alghero, Monserrato e Sinnai.

> Tutti i dati sull’affluenza alle Comunali in Sardegna

Qui di seguito tutti i comuni al voto, nelle diverse province:

Elezioni comunali Sardegna 2019 | Cagliari

Cagliari, Monserrato, Sinnai

Elezioni amministrative Sardegna | Nuoro

Onanì, Ortueri, Sarule, Tortolì, Villagrande Strisaili

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Comunali 2019 Sardegna | Oristano

Bosa, Magomadas, Sini, Sorradile

Amministrative 2019 | Sassari

Alghero, Castelsardo, Golfo Aranci, Illorai, Putifigari, Sassari, Sorso

Elezioni comunali Sardegna 2019 | Sud Sardegna

Calasetta, Esterzili, Genoni, Santu Antine Guasila, Samatzai, San Gavino Monreale, Sant’Anna Arresi, Serrenti, Villasimius

Elezioni amministrative Sardegna 2019 | Come si vota

I cittadini chiamati alle urne possono recarsi al seggio muniti di tessera elettorale valida (si può rinnovare negli uffici competenti anche nel giorno del voto).

Gli elettori ricevono una scheda con i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco, con accanto i contrassegni della lista o delle liste da cui sono sostenuti.

L’elettore può esprimere il suo voto in vari “modi” diversi:

Dentro il Rojava, guerra di Siria
  • può votare per una delle liste tracciando una x sul simbolo. In questo modo il voto va automaticamente anche al candidato sindaco sostenuto da quelle liste.
  • può votare solo per il candidato sindaco, senza alcuna lista collegata. Il voto va così solo al candidato sindaco.
  • può votare per un candidato sindaco, tracciando la x sul box con il nome del candidato, e per una delle liste collegate. Il segno va così sia al candidato che a una lista collegata.
  • può votare per un candidato a sindaco e per una lista non collegata (il cosiddetto voto disgiunto). In questo modo il voto va sia al candidato sindaco che alla lista di un’altra coalizione
  • può votare solo per un candidato alla carica di consigliere comunale, scrivendo il cognome del candidato sull’apposita riga accanto al simbolo della lista

Viene eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti. In caso di parità di voti tra due candidati si andrà al ballottaggio. Si va al ballottaggio anche nei comuni superiori ai 15mila abitanti nel caso in cui nessun candidato riesca a ottenere la maggioranza assoluta dei voti. Accedono al ballottaggio i due candidati più votati. Al secondo turno risulterà eletto chi tra i due avrà ottenuto più voti.

In caso di ulteriore parità viene dichiarato eletto il più anziano.

Una volta eletto il sindaco vengono assegnati i seggi del Consiglio comunale. Alla lista che appoggia il sindaco eletto andranno i 2/3 dei seggi disponibili, mentre i restanti seggi vengono distribuiti proporzionalmente tra le altre liste.

Amministrative 2019 Sardegna | Il voto a Cagliari

Cagliari torna alle urne dopo le dimissioni del sindaco Massimo Zedda, che si era candidato alle regionali di febbraio 2019. Zedda ha lasciato la poltrona di sindaco della città per quella di consigliere regionale. Sono 3 i candidati sindaco alle comunali a Cagliari. Qui tutti i dettagli sulle elezioni comunali Cagliari 2019.

Il centrosinistra ha schierato Francesca Ghirra sostenuta da Partito Democratico, Campo Progressista, Donne con Francesca Ghirra, Siamo Cagliari, Marzia Cilloccu per Cagliari, Cagliari Città d’Europa, Sinistra per Cagliari.

Il centrodestra ha invece candidato Paolo Truzzu, sostenuto da Forza Italia, Lega – Salvini Sardegna, Partito Sardo d’Azione, Unione di Centro, Fratelli d’Italia, Fortza Paris, Sardegna Forte Riformatori Sardi, Sardegna20Venti, Popolari per Cagliari, Cagliari Civica

Angelo Cremone è il candidato sostenuto dalla lista Verdes. A Cagliari non c’è nessun candidato espresso dal M5s, dopo che il partito aveva tolto il simbolo ad Alessandro Murenu.

Comunali 2019 Sardegna | Il voto a Sassari

Sono 7 gli aspiranti sindaci nel capoluogo di provincia sardo. A Sassari si contendono la poltrona di primo cittadino Mariano Brianda, con il centrosinistra, sostenuto dalle liste Pd, Campo Progressista, Italia in Comune, Futuro in Comune, Sassari Città Europea. (Qui tutte le info sulle comunali a Sassari).

Per il centrodestra c’è Mariolino Andria, sostenuto dalla lista civica Sassari Unita, Fratelli d’Italia-Energie per l’Italia, Lega, Fortza Paris-Riformatori, Forza Italia e Sardegna 20Venti.

Il terzo candidato è Nanni Campus, sostenuto dalle liste civiche Sassari Civica, Prima Sassari, Sassari Progetto Comune, Noi per Sassari.

Tra i candidati vi è poi Maurilio Murri, del Movimento Cinque Stelle.

Marilena Budroni è invece appoggiata da una sola lista “È viva la città”.

E ancora, Lino Mura, con Alternativi per Sassari e Giuseppe Doneddu con il Partito comunista.