Me
HomePolitica

Elezioni amministrative Biella 2019 | Tutto quello che c’è da sapere

Di Laura Melissari
Pubblicato il 20 Mag. 2019 alle 19:30 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:15
Immagine di copertina

Elezioni amministrative Biella 2019 | Elezioni Biella 2019 | Elezioni comunali Biella candidati | Data | Come si vota

Elezioni amministrative Biella 2019 | I cittadini di Biella oggi, domenica 26 maggio 2019, sono chiamati a eleggere il loro sindaco e rinnovano il Consiglio comunale.

Elezioni amministrative Biella 2019 | Data

Le elezioni comunali del capoluogo piemontese si tengono nella stessa data delle Europee 2019 e delle regionali in Piemonte. Le urne sono aperte dalle 7 alle 23. 

A questo link invece tutte le città che andranno al voto per le elezioni amministrative 2019.

La data dell’eventuale secondo turno è fissata per il 9 giugno 2019. Il ballottaggio, essendo Biella una città con una popolazione superiore ai 15mila abitanti, è necessario ricorrervi nel caso in cui nessun candidato al primo turno riesca a ottenere la maggioranza assoluta. Passano al secondo turno i due candidati a sindaco che al primo turno hanno ottenuto più voti

Elezioni Biella 2019 | Candidati

Sono in tutto cinque i candidati sindaco nella città di Biella:

• Marco Cavicchioli, sostenuto da Partito Democratico, Patto per il Biellese, +Grande +Biella, Voglio Sinistra. È il sindaco uscente, eletto nel 2014

• Claudio Corradino, sostenuto dalle liste di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Corradino Sindaco

• Donato Gentile, si presenta con Buongiorno Biella, Lista Civica Biellese, Biella è Gentile, Uniti per Biella

• Alessandro Pizzi, appoggiato da Onda Verde Biella

• Giovanni Rinaldi, del Movimento 5 Stelle

Elezioni comunali Biella 2019 | Come si vota

Nei comuni sino a 15mila abitanti viene eletto sindaco il candidato che ha ottenuto il maggior numero di voti ed alla lista vengono attribuiti tanti voti quanti quelli attribuiti al sindaco. Per garantire la governabilità, alle liste collegate al candidato sindaco vincitore viene attribuito il 60 per cento dei seggi. I restanti posti nel Consiglio verranno poi assegnati alle altre liste in maniera proporzionale attraverso il metodo D’Hondt.

Le liste che superano la soglia di sbarramento del 3 per cento accedono al riparto dei seggi in Consiglio comunale.

Gli elettori possono barrare il simbolo di una lista e il voto automaticamente anche al candidato sindaco sostenuto da questa, oppure possono barrare solo il nome del candidato sindaco, ma il voto non andrà in automatico alla lista collegata.

Alle comunali di Biella, così come negli altri comuni italiani, è consentito il voto disgiunto. Si può quindi scegliere di votare il candidato sindaco e una lista di un’altra coalizione. In questo caso il voto va sia al candidato sindaco che alla lista prescelta.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Si possono attribuire una o due preferenze, ma nel caso in cui si votino due candidati, questi devono essere di sesso diverso.

Essendo Biella un comune con più di 15mila abitanti, nel caso in cui nessuno superasse il 50 per cento si andrà al ballottaggio domenica 9 giugno.

Dentro il Rojava, guerra di Siria