Me
HomePolitica

Di Maio dopo il voto su Rousseau: “Alle regionali dobbiamo correre da soli”. Domani confronto con i responsabili locali del M5s

Di Laura Melissari
Pubblicato il 21 Nov. 2019 alle 23:01 Aggiornato il 22 Nov. 2019 alle 14:05
Immagine di copertina

Di Maio dopo il voto su Rousseau: “Dobbiamo correre da soli”. Domani confronto con i responsabili locali del M5s

“Questa votazione ci lancia a testa bassa in una campagna elettorale dove i nostri iscritti, parlamentari e consiglieri regionali sono tutti d’accordo che dobbiamo correre da soli”. È il commento di Luigi Di Maio dopo il risultato del voto sulla piattaforma Rousseau sulle elezioni regionali.

Gli iscritti del M5s sono stati chiamati oggi, 21 novembre, a esprimersi sulla partecipazione o meno del Movimento alle elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria del 26 gennaio 2020. A vincere è stato il No con 19.248 preferenze, pari al 70,6 per cento, mentre il Si ha raccolto 8.025 voti, corrispondenti al 29,4 per cento.

“In Calabria c’è già un candidato civico che sosterremo”, ha detto Luigi Di Maio, parlando fuori da Palazzo Chigi.

In Emilia Romagna e Calabria “voglio dirlo chiaramente, ci sarò in prima linea, con tutti gli attivisti e i candidati”, ha proseguito Di Maio.

La risposta del Movimento “è di andare avanti come un treno. Non so quale sarà il risultato, saranno delle campagne difficilissime, ma noi ce la metteremo tutta ancora una volta e lo faremo perché i nostri iscritti ci hanno chiesto questo”. Lo dice Luigi Di Maio capo politico del M5s uscendo da palazzo Chigi. “Io credo che dobbiamo essere tutti felici, perché certifica che il Movimento non ha paura, non si lascia intimidire e non si ferma. Va avanti. Il Movimento 5 stelle è la terza via, un’alternativa alla destra e alla sinistra”, aggiunge.

“Io personalmente ho chiesto agli iscritti che cosa si dovesse fare, perché c’erano diverse visioni all’interno del Movimento. Io ho detto che per fare gli stati generali a marzo serviva tempo e quindi non eravamo in grado di presentarci in Emilia Romagna e Calabria. Gli iscritti hanno votato per fare gli stati generali, ma evidentemente non hanno urgenza. Ci presentiamo alle regionali, si va avanti”, ha proseguito.

Domani Luigi Di Maio farà una conference call in vista delle prossime elezioni regionali, con i due esponenti del M5s responsabili del tema in Calabria ed Emilia Romagna, Paolo Parentela e Andrea Bertani. Lo si apprende da fonti del Movimento.