Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Di Maio: “Inizia una nuova era delle relazioni tra Italia e Libia”

Immagine di copertina
Credit: ansa foto

“Al fine di valorizzare la ritrovata unità del Paese è interesse dell’Italia assicurare la nostra presenza istituzionale anche in Cirenaica e in Fezzan. Accanto alla nostra ambasciata a Tripoli, unica di uno Stato europeo a restare aperta anche nei momenti più difficili, stiamo infatti riattivando il Consolato Generale d’Italia a Bengasi, dove abbiamo già nominato il Console generale Carlo Batori”. Lo ha detto Luigi Di Maio, ministro degli Esteri, durante il Question Time alla Camera. “Siamo di fronte a una nuova era delle relazioni tra Italia e Libia”, ha aggiunto.

“Stiamo altresì istituendo un Consolato Onorario a Sebha, nel sud – ha aggiunto il ministro -. Contestualmente a queste iniziative, abbiamo già dato disposizioni per la riapertura di un Ufficio dell’Agenzia per il Commercio Estero a Tripoli e per la riattivazione dell’Istituto Italiano di Cultura”.

Nel futuro di una Libia pacificata le aziende italiane giocheranno un ruolo centrale. Almeno questo è quanto affermano convintamente il ministro Di Maio è il sottosegretario agli Esteri e copresidente della Cecil Manlio Di Stefano all’indomani dell’incontro con il ministro degli Esteri libico Najla Al-Mangoush.

“Riprenderanno i progetti infrastrutturali aeroportuali, in particolare quello dell’aeroporto internazionale di Tripoli, grazie ai sopralluoghi già svolti da ENAV e allo sblocco delle lettere di credito al Consorzio AENEAS. Dal mio ultimo incontro con la Ministra degli Esteri libica è peraltro emersa la prospettiva di coinvolgere le aziende e le competenze italiane nella ricostruzione dell’aeroporto di Bengasi”, ha proseguito Di Maio.

Il ministro ha aggiunto che è in corso di programmazione una visita del Primo Ministro libico Dbeibah a Roma per convocare un business forum delle imprese italiane e continuare ad incrementare le nostre opportunità di cooperazione economica”.

Leggi anche: 1. Bartolo a TPI: “Come può Draghi ringraziare la Libia per i salvataggi dei migranti? Sono deluso” /2. Draghi a Tripoli ringrazia la Libia per i “salvataggi” dei migranti in mare /3. “Persone maltrattate e picchiate nei centri di detenzione in Libia. Ma Draghi li chiama salvataggi”: parla Msf

Ti potrebbe interessare
Politica / La telefonata tra Berlusconi e Boschi: “Vorrei essere più giovane per poterla corteggiare”
Politica / Quirinale, Letta avvisa: “Candidare la Casellati è il modo più diretto per far saltare tutto”
Politica / Di Maio: “Se il centrodestra propone un nome divisivo si spacca la maggioranza”
Ti potrebbe interessare
Politica / La telefonata tra Berlusconi e Boschi: “Vorrei essere più giovane per poterla corteggiare”
Politica / Quirinale, Letta avvisa: “Candidare la Casellati è il modo più diretto per far saltare tutto”
Politica / Di Maio: “Se il centrodestra propone un nome divisivo si spacca la maggioranza”
Politica / Chi è Guido Crosetto, il candidato votato da Fratelli d’Italia per il Quirinale
Politica / Renzi: “Il Senato in cambio dei voti alla Casellati? Non faccio scambi. Casini e Draghi restano le scelte migliori”
Politica / La deputata no vax Sara Cunial denuncia Roberto Fico: “Mi impediscono di votare per il Capo dello Stato”
Politica / Salvini spinge la candidatura di Casellati: “Se uno la chiama penso sia a disposizione”
Politica / Quirinale, Salvini: “Casellati non ha bisogno di essere candidata”
Politica / Quirinale, Letta al centrodestra: “Chiudiamoci in una stanza a pane e acqua per trovare una soluzione”
Politica / Quirinale, nuova fumata nera al terzo scrutinio: Mattarella il più votato, a Crosetto le preferenze di Fdi e non solo. Letta avvisa: "Con Casellati salta tutto". Salvini: "Soluzione vicina"