Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 00:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

De Luca Junior ha fatto Bingo: da 1.445 a 136.687 euro di stipendio all’anno

Immagine di copertina

Sull'ultimo numero del nostro settimanale raccontiamo la sfolgorante ascesa di Piero De Luca. Con la benedizione di papà Vincenzo

“In un paese civile a Luigino Di Maio toglierebbero i 13mila euro di stipendio e lo manderebbero a comprarsi la merendina”. Era il 2016 quando il governatore della Campania Vincenzo De Luca attaccava l’allora vicepresidente della Camera. Un tema, quello delle retribuzioni, su cui lo sceriffo di Salerno è tornato spesso nel corso degli anni: “Giggino di Maio? 13 mila euro al mese per fare i saltelli in piazza. Truffatori e incoerenti”, tuonava qualche anno dopo. Per carità: non c’è ombra di dubbio che Di Maio abbia visto impennarsi il suo reddito da quando è entrato in Parlamento. Ma non è certamente il solo. C’è un deputato, tanto per dire, che nel 2018, anno di elezione alla Camera, dichiarava un reddito pari a 1.445 euro. Nell’ultima dichiarazione, depositata a “Montecitorio lo scorso luglio, invece, il reddito è salito a quota 136.687 euro. Di chi parliamo? Di Piero De Luca, oggi vicepresidente del gruppo parlamentare Pd alla Camera e, soprattutto, figlio proprio di Vincenzo De Luca. Certo, i guadagni verosimilmente non dipendono soltanto dall’attività da onorevole, ma c’è da giurarci che proprio quest’ultima abbia dato una spinta decisiva, quella stessa spinta che papà Vincenzo rinfacciava a “Luigino”……
Continua a leggere l’articolo sul settimanale The Post Internazionale-TPI: clicca qui.
Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, l’ultima trovata del Partito democratico: nominare Draghi senatore a vita
Politica / Cop27 Egitto, Cingolani: “Pensando a Zaki e Regeni per me grosso problema partecipare “
Politica / Conte: “Mi candiderò a Politiche. Entrerò in Parlamento dalla porta principale”
Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, l’ultima trovata del Partito democratico: nominare Draghi senatore a vita
Politica / Cop27 Egitto, Cingolani: “Pensando a Zaki e Regeni per me grosso problema partecipare “
Politica / Conte: “Mi candiderò a Politiche. Entrerò in Parlamento dalla porta principale”
Politica / Berlusconi strizza l’occhio al M5S: “Ha dato voce a disagio reale che merita rispetto”
Politica / I sindacati si spaccano: Cgil e Uil proclamano lo sciopero generale, la Cisl non aderisce
Opinioni / Il PD è davvero pronto a un bagno di sangue in nome di Giuseppe Conte? (di S. Mentana)
Politica / Calenda pronto a sfidare Conte nel collegio di Roma 1: “I 5 Stelle hanno devastato la Capitale”
Politica / Renzi: “Se il Pd candida Conte a Roma lo farà senza di noi. È un seggio parlamentare, non un banco a rotelle”
Politica / Monti: “Gli italiani? Hanno uno scarso livello di preparazione. Mia frase sull’informazione e il Covid infelice”
Politica / Quirinale, stop di Forza Italia a Draghi: “Se va al Colle si vota”. Ipotesi Cartabia prima donna premier