Covid ultime 24h
casi +15.204
deceduti +467
tamponi +293.770
terapie intensive -20

Coronavirus, l’attacco di Salvini al governo: “Fateci uscire, siamo pronti a manifestare”

Il leader della Lega si è scagliato contro il nuovo Dpcm annunciato nella serata di domenica dal premier Conte

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 27 Apr. 2020 alle 06:42 Aggiornato il 27 Apr. 2020 alle 06:56
9k
Immagine di copertina

Coronavirus, Salvini contro il governo: “Fateci uscire, pronti a manifestare”

“Fateci uscire, siamo pronti a manifestare”: così Matteo Salvini si scaglia contro il governo in una diretta Facebook andata in onda intorno alle 22,30 di domenica 26 aprile, circa un’ora dopo il discorso con il quale il premier Conte ha spiegato cosa potranno fare gli italiani nel corso della cosiddetta “fase 2”, quella della convivenza con il Coronavirus, al via dal prossimo 4 maggio. Le decisioni dell’esecutivo, però, non sono piaciute al leader della Lega che ha sottolineato la necessità di “Ripartire, in sicurezza ma riaprire”. “Occorrono buon senso e coraggio – ha affermato l’ex ministro dell’Interno – bisogna fidarsi degli Italiani e farli tornare a sperare, guadagnare, camminare, lavorare, sognare. Lavoratori, imprenditori, artigiani, ristoratori, commercianti, precari, partite Iva e padri di famiglia non possono più aspettare. Tantissimi cittadini ci chiedono di organizzarci, non solo in Rete, per farci vedere e sentire.
Sicuri, con le mascherine, a distanza, pacifici e determinati, noi siamo pronti”.

Tutte le giravolte di Salvini sull’emergenza Coronavirus

Secondo Salvini poi “C’è qualcosa che non torna, c’è qualcuno che sta sentendo altri e non il popolo italiano”. “Ci devono permettere di tornare a vivere e noi lo otterremo – continua Salvini sui social –  Se ci sarà bisogno di uscire di casa per riprenderci la nostra libertà lo faremo”. Il leader del Carroccio quindi si chiede: “Perché questa mancanza di coraggio e di certezze? Perché aprire a giugno molte attività? Al governo qualcuno ha capito che molte non riapriranno, se vanno avanti cosi’? Che così porteranno i libri in tribunale?”. Poi un nuovo attacco all’esecutivo di Giuseppe Conte: “Hanno creato 15 task force per arrivare a chiusure fino a maggio e al permesso di andare a trovare mamma e papà, previa autocertificazione. Basta, non se ne può più, ci costringono ad andare in giro ancora con la 24 ore, con le autocertificazioni. Possiamo dire basta? Dopo 47 giorni di reclusione diciamo basta, fateci uscire, e guadagnare e lavorare, e fare la nostra vita, certo mai come prima”.

Leggi anche: 1. Quarantena, Salvini ipotizza un complotto: “Lo fanno apposta a tenerci in casa, è più facile controllarci” / 2. Salvini cambia la strategia di comunicazione. Ma è solo un bluff (di Elisa Serafini)

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

9k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.