Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:41
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Comunali a Roma, Tobia Zevi: “I partiti sinistra escano dalla palude di paura”

Immagine di copertina

Comunali a Roma, Zevi: “I partiti sinistra escano dalla palude di paura”

“A Roma mancano 18 mesi alle elezioni. Serve togliere la testa da sotto la sabbia e tornare a parlare con la città, trovare la nuova classe dirigente, accettare la necessità del ricambio, dell’apertura e della serietà che la sfida della piazza ha posto”. A dichiararlo è Tobia Zevi, presidente dell’Osservatorio “Roma! Puoi dirlo forte”.

“Tra un mese si vota in Emilia Romagna. C’è un grande impegno collettivo, generato dal risveglio delle sardine. Roma è messa molto peggio, per questo deve svegliarsi molto prima, non possiamo permetterci di restare fermi. Il 2020 deve essere l’anno in cui mettersi subito a lavoro per la Capitale”, aggiunge.

“I partiti di sinistra sono in uno stagno asfittico e Roma è una palude, fatta di poteri di veto e ansie di una classe dirigente ripiegata su stessa. La campagna elettorale ideale di Salvini vede lui (e altri) ululare sopra i cassonetti della spazzatura invocando un ‘Federale’, con un centro-sinistra immobile e impaurito, ripiegato sulle sue guerre intestine, che cerca (di nuovo!) un coniglio dal cilindro per domare tutti gli appetiti interni”.

“Ma Roma merita una discussione vera, plurale, dinamismo, sincerità, qualità e chiarezza di proposta politica. Merita un processo trasparente che permetta di selezionare contenuti e personale politico con il giusto anticipo, per non trovarci a rincorrere la destra e i suoi appelli fasulli su legge e ordine”, conclude Tobia Zevi.

Leggi anche:
Salvini a TPI: “Le Sardine occupano il loro tempo cercando nemici, non per costruire qualcosa”

Le Sardine sono populiste? (di Marco Revelli)

Ti potrebbe interessare
Politica / Elezione presidente della Repubblica: il centrodestra propone i nomi di Pera, Moratti e Nordio
Politica / Quirinale, Letta preoccupato per le trattative: “Rischiamo di perdere Draghi anche a Palazzo Chigi”
Politica / Chi è Paolo Maddalena, l’ex giudice che ha ottenuto più voti alla prima tornata per il Quirinale
Ti potrebbe interessare
Politica / Elezione presidente della Repubblica: il centrodestra propone i nomi di Pera, Moratti e Nordio
Politica / Quirinale, Letta preoccupato per le trattative: “Rischiamo di perdere Draghi anche a Palazzo Chigi”
Politica / Chi è Paolo Maddalena, l’ex giudice che ha ottenuto più voti alla prima tornata per il Quirinale
Politica / Quirinale, in corso la seconda votazione. Il centrodestra propone Pera, Moratti e Nordio. Letta: "Nomi di qualità, valuteremo senza pregiudizi"
Politica / Quirinale, Liliana Segre: “No scheda bianca, oggi voterò un nome. Per me sacrificio essere qui”
Politica / Chi è Carlo Nordio, il candidato proposto dal centrodestra come presidente della Repubblica
Politica / Le trattative prima del voto, dialogo tra Letta e Salvini: oggi nuovi incontri
Politica / Chi è Elisabetta Belloni e perché potrebbe essere la prima donna presidente (del Consiglio o della Repubblica)
Politica / Elezione del Presidente della Repubblica diretta tv e live streaming: dove vedere le votazioni live
Politica / A che ora è l’elezione del Presidente della Repubblica: l’orario delle votazioni