Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Chi è Enzo Amendola, il nuovo Ministro per gli Affari europei del governo Pd-M5S

Immagine di copertina
Il Ministro per gli Affari europei Enzo Amendola. Credit: ANSA

La biografia e il curriculum di un volto nuovo del Conte bis

Chi è Enzo Amendola, il nuovo Ministro per gli Affari europei

Enzo Amendola è il Ministro per gli Affari europei del nuovo governo Pd-M5S, presieduto da Giuseppe Conte. Il premier ha fatto il nome dell’esponente Dem oggi, mercoledì 4 settembre, dopo il colloquio al Quirinale con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (qui la lista completa dei ministri).

Amendola, 46 anni, napoletano, succede nella carica di Ministro per gli Affari europei al leghista Lorenzo Fontana.

Ma chi è Enzo Amendola? Vediamo la sua biografia e il suo curriculum vitae.

Chi è Enzo Amendola: biografia e curriculum vitae

Enzo Amendola è nato a Napoli, il 22 dicembre 1973. Diplomatosi al liceo scientifico, ha sposato nel giugno del 2013 Karima Moual, giornalista italiana di origini marocchine.

Amendola si è occupato di politica fin da giovanissimo. A 16 anni è stato eletto consigliere dei Democratici di Sinistra per la circoscrizione di Napoli, ancor prima di finire gli studi.

Trasferitosi a Vienna per alcuni anni, nel 1998 è stato eletto vicepresidente IUSY (International Union of Socialist Youth). Ha lasciato la capitale austriaca a malincuore per rientrare in Italia, dove nel 2006 ha iniziato la sua esperienza a capo della segreteria regionale dei Ds campani.

Nell’ottobre 2009, ha vinto le primarie ed è divenuto segretario regionale del Pd fino al 2014. Al contempo, ha ricoperto anche il ruolo di coordinatore della Conferenza dei segretari regionali del Pd.

Nel giugno 2013, il Segretario reggente del Pd Guglielmo Epifani ha scelto Amendola come Coordinatore dei segretari regionali della Segreteria nazionale del Pd, una posizione che ha ricoperto fino al dicembre dello stesso anno.

Il 16 settembre 2014, è diventato Responsabile nazionale del PD con delega agli Esteri nella seconda Segreteria unitaria di Matteo Renzi.

Nel giugno 2018, il Segretario del PD Nicola Zingaretti lo ha scelto come responsabile nazionale agli Esteri. Ora Enzo Amendola è il nuovo Ministro per gli Affari europei del governo Conte bis.

La lista completa dei ministri del governo Pd-M5S
Qui tutti gli aggiornamenti su tutte le ultime news che riguardano il nuovo governo Pd-M5s
Ti potrebbe interessare
Politica / Castellina: “Quirinale? Spero in un bis di Mattarella. Tra le donne la mia scelta è Rosy Bindi”
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Ti potrebbe interessare
Politica / Castellina: “Quirinale? Spero in un bis di Mattarella. Tra le donne la mia scelta è Rosy Bindi”
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Politica / “Vogliono tappare la bocca a Report”: parla Sigfrido Ranucci
Politica / “Caro TPI, sì è vero, sono un metallaro in pa-Pillon”: parla il senatore leghista
Politica / La politica è ormai latitante sulla mafia
Opinioni / Non tagliamo le ali della Repubblica (di G. Bettini)
Politica / Firmato il Trattato del Quirinale tra Italia e Francia, Draghi: “Patto storico”
Politica / L’Economist incorona Giorgia Meloni: “Può diventare la prima premier donna in Italia”
Politica / Melicchio (M5S) a TPI: “Ringraziare i ricercatori precari a parole non ha senso se non vengono assunti dal Cnr”