Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Camera, nasce l’intergruppo per la Pace in Medio Oriente

Immagine di copertina

Camera, nasce l’intergruppo per la Pace in Medio Oriente

Alla Camera dei deputati nasce l’intergruppo per la Pace in Medio Oriente: presieduto da Laura Boldrini e aperto all’adesione di esponenti di tutto l’arco parlamentare, l’Intergruppo ha come obiettivo quello di rilanciare il dialogo sul tema in un momento storico così difficile per l’Italia e per il mondo. “L’annuncio del governo Netanyahu – si legge in una nota dell’Intergruppo – di voler annettere allo Stato di Israele territori palestinesi della Cisgiordania ha suscitato allarme nell’intera comunità internazionale per le potenziali gravi conseguenze politiche. Forti appelli al governo israeliano perché receda da questa decisione unilaterale sono stati rivolti dal Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, dall’Alto Rappresentante europeo Borrell e da molti governi”.

“In questo momento così difficile – ha detto Laura Boldrini – vogliamo che non si spenga la speranza di pace, e per dare forza all’azione parlamentare in questa direzione promuoviamo oggi la costituzione dell’Intergruppo, dando continuità all’appello che 70 deputate e deputati hanno rivolto nelle settimane scorse al presidente del Consiglio perché anche l’Italia agisca e a cui il premier ha corrisposto inviando una lettera al primo ministro Netanyahu per ribadire il sostegno alla soluzione ‘due popoli, due Stati'”.

“In una terra già pesantemente ferita da violenze, guerre e terrorismo – si legge ancora – occorre evitare atti che allontanino ancora di più una prospettiva di pace e di convivenza. Bisogna rilanciare un processo di pace che abbia come condizione la coesistenza di due Stati per due popoli, garantendo il diritto dei palestinesi a un loro Stato pienamente sovrano e riconosciuto dalla comunità internazionale, e il diritto dello Stato di Israele a essere riconosciuto anche dagli Stati della regione e a vivere in piena sicurezza. E’ l’unica strada possibile per garantire giustizia e pace in Medio Oriente”.

Leggi anche:

1. In Medio Oriente è stato bandito un noto videogame perché la protagonista è gay / 2. Da Padre Dall’Oglio a Padre Maccalli: chi sono gli altri italiani sequestrati in Africa e Medio Oriente ancora vittime dei rapitori / 3. Laura Boldrini a TPI: “In Italia c’è un serio problema di misoginia”

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Calenda, Renzi e la vile tattica degli attacchi (personali) a Bettini
Politica / Calabria: Pd, M5S e Leu candidano Maria Ventura, l’imprenditrice attivista Unicef
Politica / Amici, parenti e sconfitti delle regionali: così in Calabria si spartiscono le poltrone per gli enti pubblici
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Calenda, Renzi e la vile tattica degli attacchi (personali) a Bettini
Politica / Calabria: Pd, M5S e Leu candidano Maria Ventura, l’imprenditrice attivista Unicef
Politica / Amici, parenti e sconfitti delle regionali: così in Calabria si spartiscono le poltrone per gli enti pubblici
Politica / Eurodeputata Pd minacciata dagli antiabortisti con un feto di plastica: “Schiaffo a tutte le donne “
Politica / Sindacalista morto, Draghi: "Addolorato, si faccia luce"
Politica / Marino a TPI: “Il Pd ha offeso Roma mandandomi via. Anche Gualtieri doveva chiedere scusa”
Politica / Lettera a TPI: “Conte non rispecchia la base del M5S”
Politica / M5s, ora Grillo teme Conte: l’ex premier può “soffiargli” il partito
Politica / “Telefonate ad alta tensione con Draghi”: Conte vuole minare la leadership del premier
Politica / Zaki, Salvini: “Lavoro con le autorità del Cairo per soluzione, da Letta cittadinanza spot”