Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Calenda rompe col Pd, Renzi: “Opportunità straordinaria per il terzo polo”

Immagine di copertina

Calenda rompe col Pd, Renzi: “Opportunità straordinaria per il terzo polo”

Torna l’ipotesi terzo polo: dopo lo strappo di Carlo Calenda a cinque soli giorni dall’accordo siglato con il Partito democratico, Matteo Renzi rilancia la proposta di un’alleanza centrista.

“Tra tante difficoltà, internazionali e domestiche, ora è il momento della Politica con la P maiuscola”, ha detto il leader di Italia viva, che era rimasto senza alleati dopo l’accordo siglato martedì scorso tra Pd e Azione/+Europa. “Abbiamo una opportunità straordinaria #TerzoPolo”, ha aggiunto su Twitter.

Dopo l’annuncio di Calenda alla trasmissione Mezz’ora in più, adesso sarà il turno di +Europa decidere se seguire il suo alleato fuori dal centrosinistra. Il partito fondato da Emma Bonino riunirà la direzione entro domani per valutare lo scenario dopo la rinuncia di Calenda al patto col Pd. “C’è grande sorpresa per la decisione unilaterale presa da Calenda. Noi continuiamo a dare una valutazione positiva al patto col Pd”, ha detto il deputato e presidente di +Europa, Riccardo Magi.

Renzi intanto ha incassato l’adesione dell’ex M5s Federico Pizzarotti, arrivata poco dopo l’ufficializzazione dell’uscita di Calenda dal centrosinistra. “Saremo con Matteo Renzi e con chi crede nel nostro progetto civico e riformista”, ha detto l’ex sindaco di Parma, parlando di “molti giorni di balletti indecorosi”.

“Avanti con Azione! Sarà una battaglia rischiosa ma bellissima: quella per ricostruire in Italia un polo liberale e moderato che non sia schiavo di sovranisti e populisti. Finalmente!”, ha scritto su Twitter l’ex forzista Mara Carfagna, entrata la settimana scorsa nel partito guidato da Calenda insieme a Mariastella Gelmini.

Anche Giovanni Toti ha commentato la notizia del giorno con un riferimento al “centro”, quello di un classico di Franco Battiato. “Cal-End”, il commento del leader di Italia al Centro in una storia Instagram, accompagnata da “Centro di gravità permanente”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Aboubakar Soumahoro a TPI: “Sono un patriota, dobbiamo riappropriarci di questa parola”
Politica / De Micheli a TPI: “Mi candido perché ho la voglia di cambiare. Parlare solo di alleanze significa essere subalterni”
Politica / Pd, al via la direzione nazionale. Letta: “Nati per stare all’opposizione, mai più governi di salvezza”
Ti potrebbe interessare
Politica / Aboubakar Soumahoro a TPI: “Sono un patriota, dobbiamo riappropriarci di questa parola”
Politica / De Micheli a TPI: “Mi candido perché ho la voglia di cambiare. Parlare solo di alleanze significa essere subalterni”
Politica / Pd, al via la direzione nazionale. Letta: “Nati per stare all’opposizione, mai più governi di salvezza”
Politica / Pnrr: è scontro tra Draghi e Meloni. La leader FdI: “Siamo in ritardo”, ma il premier smentisce
Politica / Salvini insiste per il Viminale ma apre ad altre cariche di “alto profilo”
Politica / Governo, Meloni: “Sì ai tecnici. Non mi farò imporre nomi che non siano all’altezza del compito”
Politica / Governo, FdI: “Nessun veto sul ritorno di Matteo Salvini al Viminale”
Politica / Meloni a Zelensky: “Pieno sostegno alla causa della libertà del popolo ucraino”
Politica / Lega: “Pieno mandato a Salvini”. Il Carroccio punta sui ministeri dell’Interno e dell’Agricoltura
Economia / Centrodestra, con il primo decreto torna il condono: è il secondo in meno di due anni