Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:37
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Bologna, Salvini citofona a casa di un tunisino: “Lei spaccia?”

Immagine di copertina

Provocazione del leader leghista al Pilastro, difficile periferia di Bologna, durante il tour per le elezioni regionali in Emilia-Romagna

Bologna, Salvini citofona a casa di un tunisino in periferia: “Lei spaccia?”

Nuova provocazione di Matteo Salvini, in questi giorni impegnato nel tour in Emilia-Romagna in vista del voto di domenica 26 gennaio 2020. Il leader leghista ha visitato il difficile quartiere del Pilastro, periferia di Bologna, e in particolare l’area di via Grazia Deledda, nota tristemente per diversi episodi di degrado.

Fa discutere il gesto di Salvini, il quale, accompagnato da una residente, è andato a citofonare in una palazzina dove la signora sostiene che viva una famiglia di spacciatori, tutti stranieri. “Buonasera, sono Salvini, è vero che qui spacciate?”.

Circondato dai suoi collaboratori e da poliziotti e carabinieri, l’ex ministro è partito dunque da una famiglia di origine tunisina, poi controllato una rete divelta, da dove i pusher passerebbero o nasconderebbero cose.

Una provocazione che ha scaldato gli animi dei suoi contestatori, a cominciare dalle sardine, che gli hanno urlato: “Tornate al Papeete”.  “A che titolo l’ho fatto?  – ha spiegato poi Salvini ai giornalisti -. In qualità di cittadino. Le forze dell’ordine fanno meglio di me il loro mestiere, quindi hanno gli elementi per decidere se quel tizio spaccia o non spaccia. Mi volevo togliere una curiosità, visto che una signora di 70 anni mi dice ‘mi minacciano di morte perché lì spacciano”.

Qui il video della provocazione di Salvini a Bologna.

Leggi anche:
Caso Gregoretti, Salvini lancia la campagna “Digiuno per Salvini”
L’ennesima bufala di Salvini: fa il martire, ma per il caso Gregoretti non rischia il carcere
Ti potrebbe interessare
Politica / Meloni: “Nessun presupposto per le dimissioni di Donzelli e Delmastro. Abbassiamo i toni”
Politica / Ilaria Cucchi va a trovare Alfredo Cospito: “Dopo mio fratello nessun altro deve morire di carcere”
Politica / Paola De Micheli a TPI: “Alla sinistra serve un nuovo umanesimo”
Ti potrebbe interessare
Politica / Meloni: “Nessun presupposto per le dimissioni di Donzelli e Delmastro. Abbassiamo i toni”
Politica / Ilaria Cucchi va a trovare Alfredo Cospito: “Dopo mio fratello nessun altro deve morire di carcere”
Politica / Paola De Micheli a TPI: “Alla sinistra serve un nuovo umanesimo”
Politica / Lettera aperta a Beppe Grillo da un’elettrice delusa: “L’ennesimo partito imborghesito non ci interessa”
Politica / Una poltrona per due: la strana coppia del Tesoro
Politica / “La riforma Cartabia non ha migliorato la Giustizia”
Politica / Cuperlo a TPI: “Caro Pd, non nascondiamo la polvere sotto al tappeto”
Politica / Elly Schlein a TPI: “Vinco io il Congresso del Pd, lo dicono i numeri”
Politica / Elly Schlein a TPI: “Dopo la politica mi darò al cinema, sogno di fare la regista”
Politica / Modello Bonaccini: ritratto di un uomo-immagine (di L. Telese)