Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Berlusconi vuole un uomo solo alla guida del centrodestra: tre i nomi riservati

Immagine di copertina

Secondo il Cavaliere Matteo Salvini e Giorgia Meloni non hanno il "quid" per guidare la coalizione

Berlusconi vuole un uomo solo alla guida del centrodestra: tre i nomi riservatissimi

Il centrodestra è passato dal “trittico tricolore” dei tempi d’oro (pasta al pomodoro, ai quattro formaggi e al pesto, con immancabile gelato bianco-rosso-verde) alle pere cotte servite ieri da Silvio Berlusconi ai suoi commensali. Sarà il segno dei tempi. Tralasciamo i bla bla bla dei comunicati stampa ufficiali che come sempre lasciano il tempo che trovano. La “ciccia” è un’altra e riguarda direttamente il futuro di Forza Italia e del centrodestra intero. Ovviamente Silvio Berlusconi si è ben guardato dal parlarne ieri ai suoi illustri ospiti. Il Cavaliere, sempre più convinto di poter arrivare a succedere a Sergio Mattarella, sta valutando una serie di nomi per quando, salendo al Colle, lascerà la guida di Forza Italia.

Ma non è tutto, perché nelle intenzioni di Berlusconi c’è in ballo anche la guida dell’intero centrodestra, dato che nessuno sarebbe così pazzo di andare a dirigere un partito ormai in via di estinzione e per di più squassato dalle polemiche. Sta di fatto che sono almeno tre i nomi che sono finiti sulla sua scrivania, all’interno di una cartellina riservatissima.

Sono due i motivi che spingono l’ex presidente del Consiglio a fare il grande passo: l’assoluta convinzione di potercela fare a salire al Quirinale (e allora avrà bisogno di un nuovo leader per il suo amato partito) ma anche la convinzione che né Matteo Salvini né Giorgia Meloni abbiano il “quid” per guidare il centrodestra e approdare a palazzo Chigi. Meglio dunque un “papa straniero”.

Ma chi sono i nomi ai quali Silvio Berlusconi sta pensando per il futuro del centrodestra italiano? Il dossier ovviamente è riservato e a conoscenza di pochi, fedelissimi compresi. Nel “mazzo” c’è un grandissimo imprenditore del nordest molto ben visto anche dal centrosinistra, un rappresentante delle istituzioni molto famoso in questi ultimi tempi ma non in ambito politico e un grande manager da sempre vicino al Cavaliere. Chi la spunterà? Ma soprattutto che faccia faranno Salvini e Meloni quando lo sapranno?

Ti potrebbe interessare
Politica / Castellina: “Quirinale? Spero in un bis di Mattarella. Tra le donne la mia scelta è Rosy Bindi”
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Ti potrebbe interessare
Politica / Castellina: “Quirinale? Spero in un bis di Mattarella. Tra le donne la mia scelta è Rosy Bindi”
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Politica / “Vogliono tappare la bocca a Report”: parla Sigfrido Ranucci
Politica / “Caro TPI, sì è vero, sono un metallaro in pa-Pillon”: parla il senatore leghista
Politica / La politica è ormai latitante sulla mafia
Opinioni / Non tagliamo le ali della Repubblica (di G. Bettini)
Politica / Firmato il Trattato del Quirinale tra Italia e Francia, Draghi: “Patto storico”
Politica / L’Economist incorona Giorgia Meloni: “Può diventare la prima premier donna in Italia”
Politica / Melicchio (M5S) a TPI: “Ringraziare i ricercatori precari a parole non ha senso se non vengono assunti dal Cnr”