Me
HomePolitica

Ballottaggio Biella: i risultati | Claudio Corradino (centrodestra) è il nuovo sindaco di Biella

Di Donato De Sena
Pubblicato il 9 Giu. 2019 alle 21:10 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:11
Immagine di copertina

Ballottaggio Biella risultati | Biella Ballottaggi elezioni comunali 2019 | Risultati | Exit Poll | Chi ha vinto

Ballottaggio Biella risultati | Oggi, domenica 9 maggio, i cittadini di Biella si sono recati ai seggi per il secondo turno delle Elezioni Amministrative 2019, il ballottaggio per eleggere il sindaco (e per il rinnovo del consiglio comunale). Nel capoluogo di provincia piemontese, quasi 45mila abitanti, gli elettori sono stati chiamati alle urne per scegliere come primo cittadino tra Claudio Corradino, candidato di centrodestra appoggiato da quattro liste, che al primo turno di domenica 26 maggio ha ottenuto il 39,9 per cento dei voti, e Dino Gentile, già sindaco dal 2009 al 2014, sostenuto da quattro liste civiche, che due settimane fa ha raccolto il 27,6 per cento dei consensi. (qui i risultati del primo turno)

• SE NON VISUALIZZI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI PIU’ RECENTI CLICCA QUI

Qui tutti i comuni al ballottaggio

Ma chi ha vinto le elezioni comunali a Biella? Chi è il nuovo sindaco?

Qui sotto i risultati definitivi:

Ballottaggio Biella risultati | Chi ha vinto

Claudio Corradino (centrodestra) vince il ballottaggio ed è il nuovo sindaco di Biella. Sconfitto Donato Gentile (civiche).

  • Claudio Corradino (centrodestra): 50,98%
  • Donato (Dino) Gentile (liste civiche): 49,02%

Claudio Corradino, come anticipato, è sostenuto da coalizione di quattro liste di centrodestra, una civica e tre partiti: Corradino Sindaco, Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia.

Donato (Dino) Gentile era invece appoggiato da quattro liste civiche: Lista Civica Biellese, Biella è Gentile, Uniti per Biella, Buongiorno Biella.

Ballottaggio Biella 2019 | Com’era andato il primo turno del 26 maggio

Questi sono i risultati del primo turno che si è tenuto due settimane fa, domenica 26 maggio 2019:

• Claudio Corradino (centrodestra): 39,9 per cento

• Donato (Dino) Gentile (liste civiche): 27,6 per cento

• Marco Cavicchioli (centrosinistra): 21,5 per cento

• Giovanni Rinaldi (Movimento 5 Stelle): 8,7 per cento

• Alessandro Pizzi (Onda Verde): 2,3 per cento

Dentro il Rojava, guerra di Siria

L’affluenza al primo turno alle Elezioni Comunali 2019 di Biella è stata del 64 per cento.

Biella elezioni comunali 2019 | Come si vota

Alle Elezioni Comunali di Biella, come in tutti gli altri comuni italiani con più di 15mila abitanti, al primo turno era ammesso il voto disgiunto: era possibile votare per un candidato sindaco e per una delle lista a lui collegata oppure, in alternativa, votare per un determinato candidato sindaco e contemporaneamente per una lista a lui non collegata, per una lista a sostegno di un altro aspirante primo cittadino.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Il sindaco viene eletto con sistema maggioritario, mentre la ripartizione dei seggi ai consiglieri avviene tramite sistema proporzionale. Nei comuni oltre i 15mila abitanti un candidato sindaco viene eletto al primo turno se supera il 50 per cento dei consensi. Se invece nessuno dei candidati arriva a quella soglia, due settimane dopo si tiene un secondo turno, il ballottaggio, tra i due aspiranti sindaco che hanno ottenuto più consensi.

Per garantire la governabilità, alle liste collegate al candidato sindaco vincitore viene attribuito il 60 per cento dei seggi. I restanti posti in Consiglio comunale vengono assegnati alle altre liste in maniera proporzionale, attraverso il metodo D’Hondt. Possono accedere al riparto dei seggi le liste che al primo turno hanno superato la soglia di sbarramento fissata al 3 per cento.

Biella elezioni comunali 2019 | La scheda

Per i candidati sindaco ammessi al ballottaggio vengono confermati i collegamenti con le liste per l’elezione del consiglio dichiarati in occasione del primo turno, ma c’è anche la possibilità, entro sette giorni dalla prima votazione, di dichiarare il collegamento con ulteriori liste rispetto a quelle con cui è stato effettuato il collegamento nel primo turno. È il cosiddetto apparentamento.

La scheda per il secondo turno comprende il nome e il cognome dei candidati alla carica di sindaco, scritti in un rettangolo, sotto il quale vengono riprodotti i simboli delle liste collegate. Il voto si esprime tracciando un segno sul rettangolo con il nome del candidato prescelto.

Qui i risultati degli altri capoluoghi al ballottaggio