Me

Extraterrestri e carboni ardenti: il passato alchimista del leghista Siri, indagato per corruzione

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 18 Apr. 2019 alle 12:26 Aggiornato il 2 Mag. 2019 alle 22:17
Immagine di copertina
Armando Siri, sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti

Armando Siri, sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Lega), è indagato per corruzione dalla Procura di Roma. La sua posizione ha creato uno scontro politico tra il suo partito e il Movimento Cinque Stelle [qui il riassunto del caso Siri].

Nel passato di Siri, oltre alla famosa gaffe sul “suo” ministro Toninelli (“Toninelli non è ministro”), ci sono un patteggiamento per bancarotta fraudolenta, ma anche interessi nel mondo delle discipline olistiche e la vicinanza con persone che credono che gli extraterrestri vivono tra noi.

Il ministro Toninelli ritira le deleghe da sottosegretario a Siri

Nel 2014 il leghista ha patteggiato una condanna a un anno e 8 mesi per bancarotta fraudolenta nell’ambito del crack di un’azienda da lui presieduta, MediaItalia. Interpellato a riguardo, Siri ha spiegato di aver patteggiato “perché impossibilitato a sostenere economicamente le ingenti spese processuali”.

Oggi Siri è il responsabile della Scuola di formazione politica della Lega. “Abbiamo pensato fosse necessario e utile concederci l’occasione di riappropriarci del nostro destino attraverso la conoscenza della politica, consapevoli che saremo noi a determinare il nostro futuro, senza voler cercare scorciatoie attribuendo agli “altri”, siano essi politici o uomini di potere in genere, la responsabilità della nostra piena soddisfazione”, si legge nella presentazione dei corsi, firmata dallo stesso sottosegretario.

Il programma tv d’inchiesta Report, in onda su RaiTre, ha rivelato che le quote di iscrizione a questa scuola politica della Lega non vanno al partito, bensì all’associazione Spazio Pin, che ha la sua mission nel “divulgare e diffondere i principi delle discipline Olistiche e di tutte le Filosofie Umane e delle Conoscenze Antiche”.

Pin è l’acronimo di Partito Italia Nuova, la lista con cui Siri si candidò a sindaco a Genova alle elezioni comunali del 2012 (ottenendo circa 1.200 voti, lo 0,62 per cento del totale).

Sempre secondo quanto ricostruito da Report, Spazio Pin è stata fondata da Siri insieme, tra gli altri, a un’operatrice shiatsu, a una chiropratica e a Marco Perini, che oggi è a capo della segreteria del sottosegretario.

“Il Pin nasce da un alito di vento”, spiega nel 2011 Siri intervenendo all’assemblea nazionale del Pin. “La parola politica per il Pin significa: io ti propongo il mio cosa, tu ti accorgi se è anche il tuo cosa, e insieme lo realizziamo”.

A quell’assemblea partecipa anche Salvatore Brizzi, esperto di alchimia trasformativa. Brizzi crede nell’esistenza di entità extraterrestri e tiene seminari tra cui uno intitolato “Il lato oscuro della forza”.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

“In alcuni momenti della mia vita mi è stato concesso di vedere alcune entità e come queste entità agiscono nelle persone: girare per strada e vedere che attaccate alle persone ci sono delle entità e che in determinati luoghi più che in altri ci sono delle vere e proprie riunioni di queste entità, vi parlo per esperienza diretta”, racconta Brizzi nel promo di uno dei suoi corsi.

“Questo video è rivolto ai non terrestri”, dice invece Brizzi in altro filmato che si trova su Youtube. “Il mio scopo è proprio quello di raccogliere, di radunare, fare in modo che si riconoscano fra di loro e fare in modo che poi si collabori insieme, tutti coloro che non sono terrestri. Quello che è accaduto a me e cioè riuscire a capire chi sono ed essermi svegliato da quella che è l’illusione terrestre, può capitare anche a voi.

Sul sito dell’associazione Spazio Pin, inoltre, si parla dei benefici del camminare sui carboni ardenti: “Le antiche civiltà, tra cui i cristiani, camminavano sui carboni ardenti per purificarsi e per trasformare le proprie paure in punti di forza, trasformando i carboni interiori in diamanti. Si tratta di un’esperienza unica e straordinaria che, oltre a creare uno stretto legame di gruppo tra i partecipanti, metterà alla prova ciascuno di essi sfidando i propri limiti e paure che, troppo spesso, costituiscono il principale ostacolo al perseguimento della nostra autentica volontà”.

Oltre alla divulgazione delle scienze olistiche, l’associazione affitta i locali delle sue due sedi a Milano per conferenze, meeting, riunioni e seminari. In una di queste sale è andato in scena a marzo 2018 l’incontro tra il leader della Lega, Matteo Salvini, e l’ex stratega di Donald Trump, Steve Bannon.

Una cronista di Report, sotto mentite spoglie, è andata in una sede di Spazio Pin per chiedere informazioni sull’affitto di questi locali. La donna referente dell’associazione le risponde che volendo si può pagare in contanti risparmiando sull’Iva.

Siri ha assicurato al programma tv che “non c’è passaggio di denaro alla Lega, e esclude qualsivoglia collegamento tra l’associazione Spazio Pin e il partito Lega”.

Dentro il Rojava, guerra di Siria