L’appello di molti esponenti M5s per spingere la base a votare Sì all’accordo col Pd su Rousseau

Di Laura Melissari
Pubblicato il 2 Set. 2019 alle 15:42 Aggiornato il 2 Set. 2019 alle 15:44
0
Immagine di copertina

L’appello di molti esponenti M5s per spingere la base a votare Sì all’accordo col Pd su Rousseau

Il Movimento Cinque Stelle forse teme di essere sconfessato dalla sua base. È forse per questo che nelle ultime ore c’è la corsa al post da parte di molti esponenti grillini per spronare i loro elettori a votare Sì all’accordo con il Pd per un governo Conte bis. Il voto sulla piattaforma Rousseau sarà aperto domani dalle 9 alle 18.

I grillini si sono esposti in maniera evidente, dicendo che se la base voterà contro, l’accordo non passerà, e si andrà probabilmente al voto anticipato.

Qui una serie di articoli utili per capire cosa sta succedendo in queste ore concitate:

Di Maio: “Nascita governo dipende dal voto su Rousseau” (Le ultimissime sul governo Pd-M5s)

Quand’è che avremo il nuovo governo (o sapremo se si andrà a elezioni anticipate)?

Cosa succede se gli iscritti M5s bocciano il governo col Pd sulla piattaforma Rousseau

Piattaforma Rousseau: cos’è e come si vota? Quesito sul governo Pd-M5s

Nelle ultime ore quasi tutti i parlamentari grillini stanno facendo una chiamata alle armi per votare sì.

Manlio Di Stefano, deputato e sottosegretario agli Esteri, fa una panoramica degli scenari che si aprirebbero in caso di Sì e di No e scrive: “Non sono affatto sereno in nessuno scenario possibile, perché ho conosciuto il PD di Governo e so cosa possa significare. Ma so anche che un futuro governo, senza il M5S, farà al 100% tutte quelle politiche che noi, invece, contrastiamo da anni. Oggi esserci è fondamentale e con un sistema elettorale proporzionale l’esserci sarà sempre condizionato da accordi pre-formazione del Governo. Accordi che in questo caso ci sono e sembrano positivi. A voi quindi la scelta, la mia è di votare sì”.

Qui il suo post completo:

Interviene nel dibattito anche Mario Giarrusso, portavoce M5s al Senato, che fa leva sul reddito di cittadinanza, per spingere gli elettori a votare Sì. “Il tentativo col Pd è doveroso”, dice Giarrusso, sottolineando come sia l’unico modo per mantenere i risultati ottenuti dal Movimento negli ultimi mesi. Qui il suo post:

Anche Alberto Airola, senatore M5s annuncia che voterà Sì all’accordo:

Le pagine ufficiali del Movimento Cinque Stelle e dei suoi rappresentanti in parlamento in queste ore sono prese d’assalto da tanti militanti che si oppongono all’accordo con il Pd, che per anni è stato dipinto dal M5s come un vero e proprio “nemico”, più che un avversario politico.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.